Alfa Romeo Giulia: nei render diventa un Pick Up

La Quadrifoglio diventa un pick up immaginario

Alfa Romeo Giulia Pick Up

Alfa Romeo Giulia - Negli ultimi anni il numero di designer virtuali che creano render immaginandosi nuove evoluzioni di automobili si è moltiplicato. Così anche le proposte bizzarre: in questo caso X-Tomi si è immaginato un'evoluzione in versione Pick Up della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. Certo anche il mercato dei pick up sta fiorendo negli ultimi anni, ma vedere un'Alfa Romeo Giulia con cassone posteriore farà probabilmente rabbrividire gli appassionati del marchio del Biscione.

In passato una delle ammiraglie di Arese aveva dato vita ad una sorta di evoluzione pick up, l'Alfa Romeo 164 dei Vigili del Fuoco di Balocco, ma un'evoluzione in questa chiave della Giulia appare alquanto improbabile. Il designer in questo caso ha mantenuto intatta la parte anteriore dell'auto fino al montante B, allungando poi il passo e creando spazio per un cassone posteriore di carico.

L'ispirazione è chiaramente australiana. Nella terra dei canguri spopolano infatti dei pick up ad altissime prestazioni derivati dalle auto di produzione. Le UTE, queste vetture, caratterizzano le strade australiane da tantissimi anni, montano motori V6 o V8 ed in alcuni casi raggiungono velocità superiori ai 270 chilometri orari. La nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con i suoi 307 chilometri all'ora di velocità massima potrebbe dunque dire la sua.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: