Ferrari alla conquista dell'oriente




Una buona notizia per gli acquirenti Ferrari: ormai i tempi di consegna per le ultime creazioni di Maranello si aggirano sui 18 mesi; un tempo eccessivo anche per tali concentrati tecnologici, tanto da far pensare ai dirigenti del Cavallino di aumentare la produzione del 5%.
Secondo il direttore commerciale Andrea Bozzoli “il futuro della Ferrari sarà rivolto sempre più verso l’oriente: soddisfare le crescenti richieste dei mercati orientali sarà uno dei nostri obbiettivi primari. L’eliminazione delle -liste d’attesa- sarà un grosso impegno per noi, ma contiamo di portarlo a termine”.
Nonostante il mercato principale continui ad essere quello statunitense (seguito da Germania, Gran Bretagna e Italia), la Cina pare essere quello con il maggior margine di espansione: è per questo che Ferrari ha deciso di costruire nel paese asiatico un nuovo centro tecnico comprensivo di una pista prove.
Il 2006 è stato comunque un anno d’oro per il costruttore modenese: le 5.671 vetture vendute segnano un nuovo record, mentre per l’avvenire ci si concentrerà sull’aumento di tale quota, senza sacrificare la clientela.

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: