Textalyzer controlla chi usa lo smartphone alla guida

In futuro le forze dell'ordine analizzeranno i telefoni dei guidatori per capire se sono stati usati prima di un incidente.

ford-police-interceptor.jpg

La distrazione è una delle cause principali degli incidenti. Al giorno d'oggi tantissimi guidatori utilizzano i propri smartphone anche quando sono in marcia nonostante l'utilizzo sia vietato sia nel caso di chiamate vocali, sia per qualsiasi altra azione, come ad esempio scrivere un messaggio. In America, a New York, è stata proposta una nuova legge che prevede di analizzare i telefoni delle persone coinvolte in un incidente per capire se effettivamente erano distratte durante la guida.

Proprio per questo motivo Cellebrite, un'azienda israeliana conosciuta anche per l'aiuto dato all'FBI per decrittare l'iPhone del terrorista Syed Farook, ha iniziato a sviluppare il Textalyzer. Il Textalyzer analizzerà lo smartphone delle persone coinvolte nell'incidente per capire se i guidatori stavano chattando o utilizzando applicazioni durante la guida.

La privacy sarà comunque assicurata: l'idea è quella di avere un dispositivo in grado di fornire solo le tempistiche di utilizzo. Se in America le leggi per l'analisi dei telefoni in caso di incidente verranno approvate presto potrebbe iniziare a diffondersi questo nuovo sistema di controllo che sarebbe particolarmente utile anche sulle strade europee.

  • shares
  • Mail