Bollo auto, dove e come pagarlo

Il bollo è una delle tasse meno amate dagli automobilisti italiani, ecco tutto quello che si deve sapere per pagarlo.

Il bollo auto è una tassa che si paga per tutti i veicoli, quindi vale anche per le moto, che circolano in Italia. Si deve versare alla regione in cui il mezzo è stato immatricolato e devono farlo tutte le persone che sono proprietarie di uno o più veicoli registrati al Pubblico Registro Automobilistico. Il bollo vale un anno e viene calcolato in base a parametri che tengono conto della potenza in kW e dell’impatto ambientale. Sono previste agevolazioni per i veicoli che inquinano meno e degli aumenti per quelli che hanno maggiore potenza.

Il superbollo riguarda invece i veicoli con potenza superiore ai 185kW, per i quali sono previsti 20€/kW per ogni kW superiore alla soglia se l’auto è nuova, 12€/kW se ha cinque anni, 6€/kW se ne ha dieci e 3€/kW per quelle oltre i quindici. Superati i venti anni non si paga più l’addizionale. Il rinnovo del bollo deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla data di scadenza riportata sul tagliano. Se l’ultimo giorno è sabato o festivo, il limite passa al successivo giorno lavorativo e non si paga alcuna maggiorazione.

Il bollo auto può essere pagato negli uffici postali, dove si deve compilare un modulo in cui inserire modello e targa veicolo, data di scadenza del bollo, regione e codice fiscale del proprietario, con una commissione di 1 euro. Nei tabacchi convenzionati e nelle agenzie di pratiche auto convenzionate, tra le quali anche l'Aci, il costo della commissione è di 1.87€. Su internet le commissioni e i siti dove poter pagare cambiano in base alla regione.

In caso di mancato pagamento ci sarà una maggiorazione che aumenta per i giorni di ritardo. Se non si pagano il bollo e tutte le more entro un mese dal recapito dell’avviso, il veicolo verrà cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico con ritiro della targa e del libretto di circolazione.

Sul sito dell'Aci possono pagare Abruzzo, Basilicata, Trentino, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Puglia, Toscana, Umbria e Valle D’Aosta.

Friuli, Marche, Sicilia, Sardegna pagano invece sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Per le regioni rimanenti si paga su altri siti. Per sapere quali sono basta cliccare sul nome. Liguria, Campania, Veneto, Molise, Piemonte, Calabria.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: