Mercato auto in Italia battuto dalle biciclette

ragazza in bicicletta italia

Che l’auto sia in crisi è sotto gli occhi di tutti. Fino ad oggi però il crollo delle immatricolazioni era evidente soprattutto guardando i freddi dati UNRAE. Una statistica interessante ci può però aiutare a mettere nella corretta prospettiva la difficoltà del momento. Secondo un’analisi pubblicata da The Christian Science Monitor, infatti, gli italiani per la prima volta dalla seconda guerra mondiale avrebbero acquistato più biciclette che automobili: 1.750.000 contro circa 1.748.000 veicoli a motore.

E’ evidente come i costi del carburante, le tasse sempre più elevate, le assicurazioni e tutte le spese di manutenzione correlate al mantenimento di un’auto abbiano contribuito a far crollare le vendite in un periodo di difficoltà economica come quello che stiamo vivendo. Si stima infatti che mediamente una vettura costi circa 7.000 Euro all’anno. Nelle grandi città, inoltre, si aggiungono i problemi legati al traffico, ai parcheggi ed alle zone a traffico limitato.

Secondo la fonte citata, oltre a quelle nuove, gli italiani avrebbero anche tirato fuori dai garage e restaurato altre 200.000 biciclette da utilizzare al posto della seconda auto, un lusso a cui molte famiglie stanno rinunciando. Mentre il mercato auto cala anche a settembre del 25% le persone sembrano aver riscoperto il piacere di una sana pedalata, anche se le nostre città non sono esattamente tra le più attrezzate per i ciclisti.

Foto | Robert Thomson

  • shares
  • Mail
56 commenti Aggiorna
Ordina: