Lamborghini: nel futuro non è previsto l'ibrido

Lamborghini Gallardo LP 560-4 e LP 570-4 Edizione Tecnica

Le emissioni inquinanti delle nuove Lamborghini verranno tagliate fino al 35% entro i prossimi 3 anni. L’intento è sicuramente notevole ed apprezzabile, a maggior ragione considerando le modalità necessarie per soddisfare i proclami: a Sant’Agata non utilizzeranno sistemi ibridi di nessun tipo. “La taglia delle nostre vetture e la volontà di contenere le masse” – ha rivelato Stephan Winkelmann, amministratore delegato del Toro – suggeriscono di non utilizzare piattaforme ibride ed ibride plug-in. Lamborghini sceglie dunque una soluzione differente rispetto ai principali marchi concorrenti (Ferrari, McLaren, Porsche), tutti ‘concordi’ nello sviluppare una piattaforma ibrida.

Lamborghini si affida invece a soluzioni meno sofisticate ed avveniristiche. L’Aventador Model Year 2013 utilizza ad esempio lo Start&Stop ed il sistema per la disattivazione dei cilindri, interventi che riducono consumi ed emissioni del 20%: si scende pertanto dai 398 g/km di CO2 agli odierni 370 g/km. Winkelmann non ha tuttavia anticipato quali soluzioni verranno adottate, limitandosi a rimarcare la futura introduzione di numerose novità per la gamma Aventador.

Via | Car Advice

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: