Revisioni da "rivedere"

Finte revisioniLe revisioni periodiche degli autoveicoli si stanno trasformando in un'attività "selvaggia" che mette a rischio la sicurezza stradale. Spesso le vetture vengono autorizzate a circolare senza che sia stato eseguito alcun controllo. E' quanto denuncia in una nota la Associazione Revisori Auto di Confartigianato - mancano i controlli - nonostante lo Stato abbia incassato 220 milioni di euro tra imposte dirette e indirette sulle revisioni effettuate dai privati per l'anno 2004.
Confartigianato sottolinea inoltre che i compensi previsti per l'attività di revisione sono molto bassi: con la tariffa attuale le officine incassano per ogni revisione 25,82 euro, cifra insufficiente a coprire il costo del servizio e nettamente inferiore a quella prevista nella maggioranza dei paesi dell'Unione Europea. In Germania, ad esempio, la tariffa è di 43 euro, in Francia di 52 euro, in Gran Bretagna di 50 euro ed in Olanda di 59 euro.

  • shares
  • Mail