Fiat: rimandati i lavori per la fabbrica in Russia?

Fiat 500L

Fiat potrebbe rimandare i lavori per la realizzazione della nuova fabbrica di San Pietroburgo in Russia, prima previsti per il 2013. Questo impianto, per il quale era stato pianificato un investimento totale di 850 milioni di euro, avrebbe dovuto iniziare a partire dal 2013 la produzione delle vetture del marchio torinese ad un ritmo di 120 mila esemplari l'anno.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il vice governatore della regione russa Sergey Vyazalov avrebbe dichiarato che Fiat abbia già una capacità produttiva sufficiente per esportare vetture sul mercato russo e che quindi il progetto potrebbe essere rimandato.

Come anticipato da Sergio Marchionne al Salone di Parigi 2012, il marchio Fiat continua la propria strategia per l'espansione verso la Russia ed attualmente si stanno definendo alcuni dettagli con le banche russe riguardo ai futuri investimenti. L'espansione verso l'est porterebbe sicuri giovamenti al gruppo Fiat visto che nei primi mesi del 2012 il mercato dell'auto in Russia è cresciuto del 15% con 1.9 milioni di esemplari venduti, con un calo del 74% di vendite della casa torinese, con 5.054 vetture ed un valore triplo rispetto al 2012 nelle vendite di Jeep che ha contato 2.957 unità da gennaio ad agosto 2012.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: