Aston Martin DB11: il render di un nostro lettore

Linee di rottura ed un'iniezione di sportività per la supercar inglese.

Il nostro lettore Marco Renna ci invia questo intrigante render della nuova Aston Martin DB11 ed un'accurata descrizione del suo lavoro...

Ho provato ad immaginare le linee della futura Aston Martin DB11,ispirandomi in parte a quanto visto con la Vulcan. La mia interpretazione della DB11, che riprende in parte le linee della sopracitata supercar corsaiola, introduce uno stile inedito per la celebre casa inglese, rappresentando, per certi versi, un punto di rottura con il recente passato. La vettura, tuttavia, mantiene ancora forte il legame con la tradizione della casa inglese, mostrando un frontale nel quale spicca la tipica calandra a listelli orizzontali, al dilato della quale troviamo nuovi fanali a sviluppo orizzontale, un nuovo splitter con annessa presa d'aria anteriore, nuove prese d'aria ai lati del muso che facilitano il raffreddamento dell'impianto frenante e due prese d'aria situate sul cofano che contribuiscono, grazie ad un apposito posizionamento dei radiatori, ad un ulteriore incremento del carico aerodinamico.

Nuova è anche la linea della fiancata, dove si alternano rientranze e sporgenze e dove troviamo due nuove prese d'aria che facilitano lo smaltimento dell'aria calda proveniente dal vano motore e dalle ruote anteriori. Passando al posteriore si nota subito il grande diffusore a più canali che integra, tra di essi, i quattro terminali di scarico cromati, in modo da massimizzare il carico aerodinamico grazie allo sfruttamento dei flussi di aria calda generata dai gas di scarico.

Proseguendo notiamo un avvolgente paraurti posteriore, interrotto nella sezione centrale, ai cui lati sono situati degli sfoghi d'aria parzialmente nascosti che, smaltendo l'aria calda proveniente dai freni e canalizzandola nella zona superiore del diffusore massimizzano ulteriormente il carico aerodinamico posteriore. Di forma inedita, seppur tipicamente Aston Martin, sono i fanali posteriori, tra di loro congiunti nella parte inferiore. Infine, a testimoniare la ricercatezza aerodinamica propria della DB11, troviamo uno spoiler aperto nella zona inferiore in modo tale da ottimizzare, ancora una volta, i flussi aerodinamici.

A completare il quadro vi è un'impostazione meccanica completamente rinnovata, con un nuovo telaio in fibra di carbonio e un altrettanto nuovo propulsore a dodici cilindri. In virtù di questa considerazione potrebbe essere ragionevole pensare di fermare l'ago della bilancia a 1500/1550 kg circa e di ottenere, almeno sulla carta e secondo quanto calcolato dal sottoscritto, una potenza di 714 CV sprigionati da una nuova unità a dodici cilindri da 6.3 litri di cilindrata, come riportato sulla scheda tecnica allegata.

Vi ricordiamo che per inviarci i vostri spy-shots potete scrivere a suggerimenti@autoblog.it mandandoci anche foto di auto curiose, di avvistamenti stravaganti o di vetture in fase di test. Gli scatti saranno condivisi con tutta la comunità di auto|blog.it!

  • shares
  • Mail