Per il 46,5% degli italiani l'auto è uno status symbol

Per gli altri europei invece è un semplice mezzo di trasporto.

L’automobile è ancora uno status symbol per quasi la metà degli italiani; e lo rimarrà anche in futuro: lo conferma l’edizione 2015 della ricerca commissionata da AutoScout24 dal titolo “The cars we want Tomorrow”. Lo studio afferma che il 46,5% degli italiani sono fermamente convinti che l’automobile, anche fra un quarto di secolo, servirà a dire agli altri “chi siamo”, “cosa amiamo” e soprattutto che “ruolo rivestiamo” nella società.

La ricerca, realizzata dall’istituto Gfk, ha coinvolto un campione di 8.811 persone fra i 18 e i 65 anni in Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Spagna, fotografa l’unicità degli abitanti del Bel Paese. Alla domanda “Tra 25 anni l’auto cosa potrà offrirmi?”quasi la metà del campione italiano, composto da 1.452 soggetti, ha risposto “La possibilità di riflettere il mio stato sociale/la mia immagine”. Si tratta della percentuale più alta rilevata in Europa. Si pensi che un altro popolo latino, gli spagnoli, si ferma al 37,2%, subito dietro gli italiani. Poi si scende sotto la media europea rilevata che è del 33,4%. In Francia non si va oltre il 31,6%, in Germania addirittura il 24%. Per la maggior parte degli abitanti dei Paesi del Nord Europa, cioè, la vettura rappresenta un semplice mezzo di trasporto.

Lo studio, inoltre, ha messo in evidenza una stretta correlazione fra età e percentuale di risposte: il 43,3% dei giovani fra i 18 e i 29 anni pensa che anche in futuro l’auto sarà un mezzo di espressione della propria personalità. Questo dato si riduce drasticamente dopo i 60-65 anni, arrivando al 22%. Con l’età, quindi, prevale un giudizio meno legato all’esteriorità e più alla sostanza. Ma la ricerca mette in evidenza la stretta correlazione fra coloro che ritengono la macchina uno status symbol e chi riserva grande importanza al piacere di guida (89,3%); valore che, invece, scende al 69,5% tra chi è disinteressato ad esprimere la propria immagine sociale.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: