Ford EcoSport: primo contatto su strada

L'EcoSport perde la ruota di scorta e guadagna un look più sportivo, che si abbina al nuovo EcoBoost da 140 CV: il nostro primo contatto su strada.

Non serve conoscere tutti i risvolti del mercato automobilistico per afferrare la popolarità dei SUV. Basta solo guardarsi attorno o chiedere agli amici, i quali sicuramente penseranno ad una vettura a ruote alte per sostituire quella che guidano. L'impressione viene confermata da alcune statistiche citate da Ford, secondo cui la percentuale di SUV è destinata ad aumentare sensibilmente nei prossimi cinque anni: oggi in Europa appartiene al segmento una vettura su cinque, ma il dato raggiungerà una percentuale del 27 già nel 2020. Avremo i SUV compatti, quelli più sportiveggianti, i modelli cabriolet e quelli capaci anche in offroad.

Ci sono poi vetture come la EcoSport, che da sole aiutano a spiegare la fama ed il successo dei SUV: il modello ha origini poco nobili (nasce per il Sud America e viene prodotto in India) ed un’estetica che magari non scalda il cuore, ma impiega un motore a benzina fra i migliori del segmento ed è stato recentemente sottoposto ad alcune migliorie, introdotte per mitigare quei difettucci riconosciuti finora dagli acquirenti. Uno di questi è la posizione della ruota di scorta: fino ad ora si trovava esclusivamente all’esterno, sul portellone, e rendeva più difficoltosa la visibilità posteriore. Tale soluzione è ancora disponibile (250 euro), ma di serie il portellone viene ora liberato dal suo ingombrante fardello: in questo modo la EcoSport perde 26 centimetri in lunghezza (ora è lunga 4.01 metri) e risulta più facile da parcheggiare, ancorché priva di un accessorio utile (di serie c’è il kit di riparazione).

I tecnici dell’Ovale hanno poi ribassato l’assetto (-10 mm), modificato la taratura di molle ed ammortizzatori, aumentato la reattività dello sterzo (+5%), regalato 5 CV al 1.5 TDCi ed irrigidito la barra anti-rollio, migliorando così la dinamica di guida. Il risultato è apprezzabile: la EcoSport vanta una risposta allo sterzo molto pronta e non avverte i trasferimenti di carico, limitando al minimo i fenomeni di rollio e beccheggio. Non altrettanto valida è l’insonorizzazione, discreta a velocità costante ma decisamente migliorabile quando il motore prende giri. Le modifiche introdotte da Ford riguardano anche il listino ed i livelli di equipaggiamento: alle Plus e Titanium si aggiungerà da marzo 2016 l’allestimento Titanium S, versione d’impronta sportiveggiante a cui sarà riservato il motore 1.0 EcoBoost da 140 CV. In gamma restano comunque il 1.0 EcoBoost (125 CV), il 1.5 TDCi (95 CV) ed il benzina 1.5 (110 CV), a quattro cilindri, abbinato anche alla trasmissione automatica Powershift.

La Titanium S prevede una calibrazione specifica del controllo di stabilità, sospensioni dalla taratura apposita e nuovi pneumatici, oltre alla verniciatura bicolore e ad alcune colorazioni più accattivanti: il nostro esemplare era di un vivace color giallo. Rimangono purtroppo alcune sbavature, come ad esempio l’aletta parasole che non trattiene la Viacard o il piccolo indicatore del livello del carburante.

Voto 7 Prima Impressione
Queste imperfezioni vengono però compensate dall’EcoBoost

, motore assai godibile e non sovradimensionato rispetto alle caratteristiche del mezzo: il motore è rotondo abbastanza per digerire a lungo una marcia, allunga con decisione fino a circa 6.000 giri e soffre un po’ d’inerzia soltanto entro i 2.000 giri, ma non costringe in ogni caso a scalare rapporto (il cambio è a cinque marce).

La nuova Ford EcoSport sarà in vendita nel nostro Paese ad una cifra che parte da 18.000 euro per la 1.5 a benzina, e che sale scegliendo motorizzazioni di maggior “pregio”: il diesel ha quale base d’attacco 19.500 euro, mentre la Titanium S è in vendita da 22.000 euro.

Nella prossima pagina scheda tecnica e listino prezzi completo.

Ford EcoSport 2016: il listino completo

Ford EcoSport 2016: la scheda tecnica

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: