Range Rover Evoque Convertibile

Range Rover elimina il tetto dalla Evoque e la trasforma in una SUV-cabriolet, esperimento già tentato (con scarsi risultati) da Nissan.

Era il marzo 2012 quando Range Rover presentò in forma ufficiale una vettura che nessuno pensava sarebbe davvero arrivata in serie. Quel modello si chiamava Evoque Convertibile e serviva per anticipare lo stile ed i contenuti del primo SUV con carrozzeria open top, esperimento già tentato da Nissan e concluso senza troppe soddisfazioni. Il prototipo viene ora lanciato in versione definitiva e debutterà fra pochi giorni al salone di Los Angeles (20-29 novembre), nella regione del mondo in cui gli automobilisti saranno certamente attratti dalla sua formula: non ci stupiremmo se la California diventasse il mercato principale del modello.

L’Evoque Convertibile mantiene le stesse dimensioni esterne della vettura chiusa ed impiega una capote di tipo tradizionale, in tessuto, apribile fino alla velocità di 50 km/h. La capote si apre in 18 secondi e si chiude in 21 secondi. E’ disponibile soltanto nella colorazione Ebony Black, mentre la tavolozza colori include 13 vernici e si arricchisce delle colorazioni Waitomo Grey e Baltoro Ice. Range Rover offre in opzione un piccolo frangivento ed include nella dotazione di serie il sistema Roll-Over Protection Device (RPD), ovvero due sostegni che fuoriescono in appena 90 millisecondi e mettono al riparo i quattro passeggeri qualora l’automobile dovesse malauguratamente ribaltarsi. Al bagagliaio (da 251 litri) si accede tramite una ribaltina. L’automobile pesa 1.936 chili e verrà offerta in Europa con tre motorizzazioni, le stesse già offerte sulla Evoque a listino: sono il benzina 2.0 (240 CV) ed i pari cilindrata a gasolio, appartenenti alla famiglia Ingenium, declinati nelle varianti da 150 CV e 180 CV.

Tutte sono abbinati al cambio automatico a 9 rapporti ed alla funzione Torque on Demand, che invia trazione alle ruote posteriori quando necessario. La Range Rover Evoque Convertibile monta airbag anteriori di volume maggiore (proteggono ora testa e torace) ed introduce il nuovo impianto multimediale InControl Touch Pro, al debutto sulla Evoque, che prevede un monitor da 10,2 pollici, l’hotspot wi-fi, applicazioni specifiche e l’integrazione con Android Auto ed Apple CarPlay. Di serie resta lo schermo da 8 pollici. La dotazione incluse il Terrain Response, l’Hill Descent Control e l’Hill Start Assist, mentre in tema di personalizzazione vengono offerti 11 diversi tipi di cerchi in lega (ampi fino a 20 pollici).

  • shares
  • Mail