Tesla, Musk: Le auto non a guida autonoma saranno come i cavalli oggi

Musk lascia poi intendere che Tesla sta pensando ad un servizio di noleggio da allestire con vetture a guida autonoma.

Elon Musk al microfono

E’ chiara la posizione di Elon Musk in materia di vetture a guida autonoma: per lui rappresentano il futuro, l’innovazione, quel cambiamento che l’industria automobilistica dovrà prima o poi accettare. Il manager sudafricano è tornato ad esprimere la testi nel corso di un evento in compagnia di azionisti, investitori ed analisti, durante il quale è si lanciato in un paragone decisamente ardito: fra vent’anni le automobili tradizionali saranno giudicate allo stesso modo in cui oggi parliamo dei cavalli e delle carrozze.

A mio avviso è evidente che tutte le automobili saranno autonome nel lungo periodo – il suo commento –. Nel giro di 15 o 20 anni sarà piuttosto inusuale che le nuove vetture non siano autonome. Per Tesla questa data sarà ancora più vicina”. Musk ritiene poi che le automobili prive della guida autonoma saranno valutate in maniera negativa, giacché “sarà come possedere un cavallo. Lo vuoi avere solo per una ragione affettiva”. L’azienda californiana ha lanciato da poche settimane il proprio servizio di guida semi-autonoma, chiamato Autopilot, che permette all’auto di portare a termine determinate manovra senza l’ausilio diretto del conducente.

Il fondatore e numero 1 di Tesla ha poi lasciato intendere che l’azienda sta pensando ad uno specifico servizio di noleggio, da allestire proprio con automobili senza conducente. Musk ha risposto in maniera piuttosto imbarazza alla domanda di Adam Jonas, analisti della Morgan Stanley, che lo ha incalzato chiedendogli se intenda un giorno vendere le proprie automobili driverless ad una società di noleggio. “E’ una domanda molto acuta, ma ad ora non voglio rispondere – le sue parole –. C’è il tempo giusto per fare un annuncio, e questo non lo è”.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: