Multe: il cartello d'avviso va posizionato nelle due corsie

La sentenza dà ragione ad un automobilista dal piede pesante, colpevole di viaggiare 80 km/h oltre il limite.

Un autovelox

La presenza di un telelaser va indicata tramite due cartelli, posizionati su entrambi i lati della strada e visibili anche da quegli automobilisti intenti ad effettuare un sorpasso. Lo stabilisce una recente sentenza emessa dal Tribunale di Trento, che dà ragione ad un automobilista sanzionato per eccesso di velocità nella sua forma più grave (oltre 60 km orari rispetto al limite consentito).

L’uomo venne sorpreso oltre i limiti di velocità lungo la statale del Brennero: guidava a 170 km/h, quando il limite è di 90 km/h. Per questo motivo si è visto sospendere la patente, sottrarre dieci punti e comminare una multa da 822 euro. L’automobilista ha presentato ricorso al Giudice di Pace e si è visto confermare la sanzione. L’uomo si è rivolto allora al Tribunale del capoluogo trentino, che ha ribaltato la precedente sentenza: L’Eco di Bergamo spiega che il giudice ha interpretato il comma 6 bis introdotto all’articolo 142 Cds dall’articolo 3 del decreto legge 117/07, secondo cui le postazioni del rilevamento elettronico della velocità devono essere preventivamente segnalate agli automobilisti.

I segnali, di conseguenza, vanno posizionati lungo entrambi i lati della strada – rivolti nella direzione del telelaser – e devono essere visibili sia da chi procede lungo la corsia destra e sia da chi effettua in quel momento un sorpasso. La vicenda conferma purtroppo quanto un buon avvocato possa rivelarsi fondamentale nell’ottenere sostegno dopo una palese violazione al Codice della Strada.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: