Le foto live delle nuove Audi A4 e S4

I passeggeri avranno a disposizione più centimetri per la testa, per le spalle ed anche per le ginocchia.

Siamo certamente banali nello scrivere che l’Audi A4 cambia per rimanere uguale se stessa. E’ un’espressione trita e ritrita, mediocre, che rispecchia però il modus operandi dei Quattro Anelli: la berlina tedesca si aggiorna e diventa ora più spigolosa, ma allo stesso tempo mantiene quegli elementi che l’hanno resa una proposta fra le più popolari del segmento D. Un esempio?

La qualità costruttiva merita voti alti, anche in virtù di alcune furbe soluzioni costruttive: il cofano a coperchio maschera ad esempio una tolleranza che su altre vetture è minore. Il salto generazione fra B8 e B9 si esprime nella maggiore efficienza energetica: la nuova A4 pesa fino a 120 chili in meno della B8 e raggiunge il valore minimo di 1.320 chili, dichiarato per la berlina con motore 1.4 TFSI. I supporti delle sospensioni anteriori sono in alluminio e garantiscono da soli un risparmio di 8 chili, il nuovo cambio manuale a 6 rapporti taglia ben 16 chili e dai sedili vengono risparmiati altri 9 chili. Migliora poi la resa aerodinamica ed il coefficiente di resistenza cala fino a 0.23 (0.26 sulla Avant). La gamma motori sarà composta all’esordio da ben sette unità, tutte omologate Euro 6 e per cui vengono dichiarati consumi inferiori fino al 21 %.

Benzina sono il 1.4 TFSI (150 CV/250 Nm) ed il 2.0 TFSI (190 CV/320 Nm e 252 CV/370 Nm), mentre il fronte dei gasolio è composto dal 2.0 TDI (150 CV/320 Nm e 190 CV/400 Nm) e dal 3.0 TDI (218 CV/400 Nm e 272 CV/600 Nm). E’ già stato confermato l’arrivo di una terza 2.0 TDI (122 CV) e della Avant g-tron, con alimentazione benzina/metano. Al salone è presente anche la versione S, con motore turbo – novità rispetto al compressore del vecchio V6 – da 354 CV e 500 nm.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: