California: dal 2050 proibite le auto non ad impatto zero?

Mary Nichols è supportata dall’attuale Governatore dello Stato, anch’egli interessato a diminuire le emissioni.

Una strada di San Diego

La California potrebbe vietare alle case automobilistiche di mettere in commercio vetture spinte da motori tradizionali. Questa almeno è la convinzione di Mary Nichols, a capo dell’agenzia Air Resources Board, che intende soddisfare il proposito nel 2050: per quell’anno il 100% delle automobili nuove non dovrà produrre alcun agente inquinante.

Il piano di Nichols è stato illustrato nel corso di un’intervista concessa a Bloomberg. La manager dirige un’agenzia del tutto unica negli Stati Uniti, dove invece il compito di esaminare la qualità dell’aria e dell’ambiente è gestito a livello centrale: Nichols ed i suoi collaboratori possono elaborare ed introdurre leggi utili per migliorare ad esempio la resa delle automobili, come fatto grazie ai programmi LEV, ULEV e SULEV.

Nel Golden State già ora il 2,7% delle nuove vetture non deve produrre emissioni inquinanti, ma tale obiettivo è destinato ad inasprirsi in maniera graduale: la percentuale dovrà raggiungere il 22% nel 2025 e crescerà regolarmente fino al 100% di metà secolo. Il progetto è stato accolto con favore da Jerry Brown, Governatore dello stato, il quale sta conducendo a sua volta una battaglia per ridurre i gas serra prodotti nel più ricco e popoloso stato degli US.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: