Tesla: un "serpente" per ricaricare le batterie

La tecnologia sembra provenire da un film ambientato nel futuro. Arriverà in produzione?

Tesla è una fra le case automobilistiche più vitali ed innovate nell’odierno panorama delle quattro ruote. Lo dimostrano alcune novità in ambito commerciale e tecnologico, al momento non copiate nemmeno dalla concorrenza tedesca: l’azienda californiana introdurrà a breve un evolutissimo sistema di guida semi-autonoma ed offre sconti ed agevolazioni a quei proprietari che diventano allo stesso tempo venditori.

L’ultima innovazione riguarda l’impiantistica per la ricarica delle batterie, materia tornata attuale dopo la rinuncia a sostituire le pilee in itinere. Il video descrive le funzionalità di quello che al momento va considerato un prototipo.

In quanto tale non sappiamo se e quando verrà lanciato in serie, però la sua funzionalità è sbalorditiva: questo cavo si orienta in maniera autonoma e rintraccia l’incavo per la ricarica, senza dover obbligare il conducente ad allacciarlo. Potrebbe anticipare – immaginiamo – una soluzione da montare nei parcheggi pubblici, dove i proprietari di una Model S scendono dalla rispettiva vettura e questa viene ricaricata in maniera del tutto automatica.

  • shares
  • Mail