Ford: sulla Focus RS un nuovo sistema per tenere lontani i ragni

I ragni si chiamano Cheiracanthium mildei e Cheiracanthium inclusum. Cercano cavità in cui realizzare un bozzolo.

Così Ford tiene lontani i ragni

Nell’agosto 2014 ci incuriosì la vicenda affrontata da Suzuki, costretta ad organizzare una campagna di richiamo per liberare alcune Kizashi da un fastidioso ragno attirato dai vapori della benzina. Un problema simile venne risolto anche da Mazda, che installò un filtro dopo aver appurato l’inefficacia della soluzione precedente (una molla). La questione rimane attuale.

Lo è grazie all’interesse che Ford ha riservato alla materia, tanto da annunciare un miglioramento nelle tecniche fin qui utilizzate. Il merito va a David Gimby, ingegnere specializzato in sistemi di alimentazione, che ha arricchito il proprio bagaglio culturale in termini di aracnologia – quando iniziò, nel 1999, era digiuno dell’argomento – ed ha progettato una soluzione al debutto sulla Focus RS, che va pertanto considerata la prima Ford inospitale per i ragni.

Questi aracnidi non sono sedentari, ma si comportano come dei cacciatorileggiamo sulla nota stampa –. Cercano una cavità od una depressione solo nel momento in cui devono costruire un bozzolo. A loro è congeniale la cavità da cui fuoriescono i vapori della benzina, perché qui possono massimizzare l’uso della seta”. In caso opposto il flusso d’aria non scorre nella maniera dovuta e può venir alterata la pressione all’interno del serbatoio, determinando la formazione di crepe e nei casi più gravi anche l’incendio della stessa automobile. Ford non spiega nel dettaglio il funzionamento del sistema.

  • shares
  • Mail