Alfa Romeo 4C: con Romeo Ferraris il 1750 raggiunge i 350 CV

La personalizzazione si esprime anche a livello estetico: vi sono assetti più o meno ribassati e particolari in fibra.

L'Alfa 4C firmata Romeo Ferraris

Il telaio dell’Alfa Romeo 4C risulta così perfetto da apparire quasi sovradimensionato, portando chi la guida a considerare non sufficienti i 240 CV erogati dal motore 1.750. Questa è la critica rivolta con maggior frequenza alla roadster del Biscione.

Gli incontentabili possono calmare i pruriti grazie a Romeo Ferraris, che ha messo in vendita - così leggiamo nella nota stampa - una serie di kit destinati al quattro cilindri, all’impianto di scarico ed all’estetica. L’interno più di sostanza riguarda proprio il motore. I tecnici dell’azienda milanese hanno riprogrammato la centralina, portando così il 1.750 a guadagnare 28 CV (268 CV) e 38 Nm (388 Nm). La sportiva raggiunge i 100 all’ora con partenza da fermo in 4,3 secondi (-0,2 secondi) ed allunga fino alla velocità massima di 263 km/h, superiore di 5 km/h rispetto al valore della 4C a listino. A disposizione vi è anche un nuovo impianto di scarico, che permette al conducente di selezionare una tonalità stradale oppure un sound racing.

Romeo Ferraris sta lavorando ad altri due componenti: una turbina inedita permette all’auto di raggiungere i 300 CV, mentre un collettore di scarico (con turbina dedicata) regala ulteriori 50 CV. L’elaborazione prevede numerosi elementi dedicati all’estetica, fra cui ad esempio un copri motore in fibra di carbonio, vai cerchi in lega, vetri oscurati, interni personalizzati e modifiche all’assetto.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: