Le auto di Google Street View rilevano la qualità dell'aria

I dati vengono poi mostrati nelle mappe Street View, incrocio per incrocio: in tal modo sarà più facile scegliere un percorso salubre.

Una vettura del servizio Google Street View

Google sta lavorando insieme alla start up Aclima per raccogliere dati sull’inquinamento cittadino e per integrarli nel servizio Street View, rendendo pubbliche le condizioni dell’aria nei vari quartieri. Big G auspica in tal modo di migliorare la consapevolezza di cittadini ed autorità nei confronti dell’ambiente in cui vivono: un incrocio particolarmente traffico diventa automaticamente insalubre, quindi i cittadini possono scegliere un percorso a piedi alternativo e le autorità possono ad esempio modificare la lunghezza del verde, così da ridurre le code e migliorare la qualità dell’aria.

La fase di test è iniziata diciotto mesi fa a Denver, in Colorado. Big G effettua i rilevamenti grazie alle automobili finora utilizzare per mappare il territorio. Su queste vengono montati sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria, che rilevano la presenza di agenti dannosi per la salute dell’uomo. Google ha già raccolto oltre 150 milioni di dati. Gli stessi sensori vengono utilizzati già da qualche tempo negli uffici dell’azienda. Qui misurano la quantità di anidride carbonica all’interno delle stanze e determinano se è talmente elevata da ridurre le capacità celebrali, nell’ottica di aumentare la produttività.

Inquinamento Denver

  • shares
  • Mail