Local Motors: in commercio nel 2016 la prima auto stampata in 3D

Telaio e carrozzeria saranno realizzati da una stampante in 3D ampia quanto una stanza. L’auto sarà lanciata come quadriciclo leggero, ma Local Motors spera di ottenere l’omologazione da automobile entro fine 2016.

Local Motors ha indicato il 2016 quale anno d’esordio della prima automobile realizzata grazie ad una stampante 3D. Sarà un modello a trazione elettrica, dalla carrozzeria intercambiabile, figlio di un progetto realizzato dall’ingegnere meccanico Kevin Lo: la sua Swim/Sport – questo il nome provvisorio – è uscita vincitrice al termine di una selezione nella quale erano coinvolti 60 progetti.

Elemento cardine della vettura è il guscio centrale. Quest’ultimo fungerà da piattaforma alla quale ancorare il gruppo motore, le sospensioni, il sistema di sterzo e le batterie, sviluppate adottando la tecnologia agli ioni di litio (ma i tecnici stanno lavorando su accumulatori al solfato di litio). Il telaio e la scocca verranno entrambi realizzati grazie ad una stampante 3D di ultima generazione, grande quanto una stanza, esposta durante il salone di Detroit – nell’occasione fu ultimato il prototipo Strati – e sviluppata con il supporto dell’Oak Ridge National Laboratory.

I pannelli esterni saranno smontabili e daranno origine a due configurazioni: la vettura potrà trasformarsi in coupé o targa. Costerà da 18.000 a 30.000 dollari (da 16.250 a 27.000 euro) e verrà prodotta nello stabilimento di Knoxville, in Tennessee. I primi esemplari usciranno dalla fabbrica entro la fine di marzo, ma verranno omologati come quadricicli leggeri; Local Motors auspica però di ottenere l’omologazione vera e propria entro fine 2016.

Ultime notizie su Automobili Divertenti

Tutto su Automobili Divertenti →