Sulla Kia cee'd 2016 arriva il 1.0 ecoTurbo

La media coreana diventa più comoda e meglio insonorizzata. Interventi ai motori la rendono anche meno assetata.

Kia introduce una serie di novità per le tre componenti della famiglia cee’d, oggetto di un restyling che modifica solo in parte l’aspetto esterno. I cambiamenti di maggior rilevanza sono destinati alla parte tecnica. Debutta ad esempio il motore tre cilindri 1.0, a benzina, denominato ecoTurbo e sviluppato presso il centro R&D di Namyang (Corea del Sud). Prevede l’iniezione diretta, un sistema di raffreddamento particolarmente avanzato ed il collettore di scarico integrato. Sarà disponibile in due configurazioni: da 100 CV oppure 120 CV, entrambe con 172 Nm di coppia (fra 1.500 e 4.000 giri/minuto). I tecnici hanno introdotto alcune novità anche sul 1.6 CRDi, ora equipaggiato con un sistema di iniezione ad alta pressione e con una pompa dell’olio a flusso variabile. I cavalli restano sempre 110, ma i g/km di CO2 passano da 102 a 94.

Cambiano anche le specifiche della sua versione più muscolosa, che raggiunge ora i 136 CV (+8) ed i 285 Nm di coppia (+20); il picco di coppia si attesta 400 giri più in basso rispetto alla precedente unità. La gamma motori resta composta dal 1.4 MPI (100 CV), dal 1.6 GDI (128 CV) e dal 1.4 CRDi (90 CV), ora tutti conformi alla normativa Euro 6. La cee’d 2016 potrà essere ordinata con il nuovo cambio automatico doppia frizione a sette marce, sviluppato anch’esso nel centro R&D coreano ed offerto inizialmente sulla 1.6 CRDi da 136 CV. Il vecchio DCT a sei rapporti continuerà ad essere presente sulla 1.6 GDI. Il restyling introduce migliorie anche alla parte del cosiddetto NVH, ovvero l’ambito relativo al comfort di marcia ed alla rumorosità: sospensioni e telaio rispettano diverse tarature e ciò influisce anche sulla maneggevolezza, ritenuta migliore. Debutta poi un nuovo torque vectoring, il servosterzo elettrico è ora più preciso ed una inedita barra stabilizzatrice cava contiene il rumore prodotto in marcia.

Vengono poi introdotti alcuni utili sistemi di assistenza alla guida, fra cui ad esempio lo Speed Limit Information Function, il Blind Spot Detection (BSD), il Rear Cross Traffic Alert e lo Smart Parking Assist System. Il sistema d’intrattenimento riceve ora un navigatore satellitare più evoluto e la radio DAB, mentre lo schermo touch rimane ampio 7 pollici. Le novità di tipo stilistico interessano la griglia anteriore, il contorno dei gruppi ottici, i fascioni paraurti, i cerchi in lega ed i fanali posteriori. Le versioni GT adottano nuove ruote da 18 pollici e beneficiano di un nuovo sistema di sovralimentazione, che migliora la risposta del quattro cilindri – potenza e coppia restano invariati a 204 CV e 265 Nm – e taglia di un decimo di secondo il tempo necessario per completare il passaggio 0-100 km/h (ora 7,6 secondi). I freni anteriori raggiungono il diametro di 320 mm (+20 mm), modifica sufficiente per diminuire lo spazio di frenata da 36,4 a 35 metri.

  • shares
  • Mail