Ornikar è l'app più odiata dalle scuole guida

Un Tribunale di Parigi ha respinto le prime accuse mosse dalle scuole guida, sentenziando che l'app non viola la legge.

Una patente di guida francese

Segnatevi il nome dell’applicazione Ornikar. Ne sentiremo parlare, anche per motivi non strettamente legati all’ambito automobilistico: l’app funziona secondo i principi della sharing economy ed entra a gamba tesa nei confronti di tutte le autoscuole, nella stessa misura in cui Uber aveva affondato il tackle verso i taxisti.

Il software è stato ideato da un ragazzo francese, Alexandre Chartier, che soddisfa un desiderio comune a tutte le famiglie che si trovino nell’esigenza di iscrivere il figlio alla scuola guida: risparmiare denaro. Ornikar crea una rete fra i candidati ed alcuni insegnanti diplomati, geolocalizzabili su tutto il territorio francese; gli studenti avranno poi a disposizione manuali ed una serie di quiz illimitati, caricati su uno specifico sito internet. “Abbiamo già migliaia di pre-iscrizioni ed una rete di 700 insegnantiha spiegato Chartier a Linkiesta, pur senza fornire stime precise in materia di costi.

L’applicazione ha già ricevuto critiche ed è stata resa oggetto di proteste, ma un tribunale di Parigi ha respinto le accuse di illiceità mosse dagli oppositori ed ha respinto l’istanza di sospensione. Ornikar è attiva al momento solo entro i confini dell’Esagono, ma il suo funzionamento è troppo invitante per limitare l’app ad un solo paese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: