Chevrolet Camaro Convertibile 2016

Il modello garantirà sensazioni di guida paragonabili alla coupé: merito del nuovo telaio, più rigido e leggero. I tecnici lo hanno sviluppato tenendo in analisi le necessità della Convertibile.

Sulla Camaro Convertibile “i clienti apprezzeranno quello che nemmeno avvertono: l’assenza di vibrazioni, scuotimenti o flessioni del telaio”. La considerazione di Al Oppenheiser è piuttosto significativa, in quanto la nuova sportiva del Cravattino è un modello sviluppato con indicazioni ben precise: offrire il massimo piacere di guida, in tutte le condizioni ed anche nella versione open top.

Quest’ultima non accuserà pertanto le difficoltà di tutti i modelli senza tetto, riconducibili al virgolettato dell’ingegnere responsabile del progetto Camaro. Non solo perché il telaio risulta più rigido e leggero nel paragone con il modello che sostituisce, ma anche per questioni puramente stilistiche: Chevrolet dichiara nella nota stampa un risparmio quantificato in 90 chili, una dinamica di guida sensibilmente migliore ed un look allo stesso tempo più accattivante.

Questo perché l’andamento della capote risulta identico al padiglione della coupé, aiutando il modello ad avere un profilo godibile anche a capote chiusa. Il sistema di apertura/chiusura è elettrico e non necessita di alcun aiuto manuale. L’automobile sarà in vendita oltreoceano da inizio 2016 e verrà offerta negli allestimenti LT ed SS, con motori 2.0 turbo (279 CV), V6 3.6 (340 CV) e V8 6.2 (461 CV). Ciascuno può essere abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti oppure ad un automatico ad 8 innesti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: