Pneumatici invernali: fine obbligo, rischio multe

Si può tornare alle gomme estive, ma per alcuni automobilisti la sostituzione è obbligatoria

Pneumatici invernali

Pneumatici invernali – Da oggi, 16 aprile, scade l’obbligo di montare pneumatici invernali (o di avere le catene a bordo dell’auto) sulla propria vettura, escluso alcune località montane cui viene esteso il periodo fino a fine mese. Dunque, per tutti gli automobilisti è possibile fare ritorno alle gomme estive, una scelta decisamente consigliata, da parte di case, rivenditori e varie associazioni automobilistiche.

Infatti, circolare con le gomme invernali nel periodo più caldo dell’anno provoca dei problemi: aumenta il deterioramento degli pneumatici, riduce il corretto funzionamento quando tornerà la stagione invernale e, di conseguenza, accorcia la loro durata, rendendo obbligatorio la sostituzione in breve tempo dell’intero set, con aumento delle spese per ogni automobilista.

Attenzione, però, c’è un caso in cui è obbligatorio montare gli pneumatici estivi, entro il prossimo 15 maggio: tutti coloro che hanno pneumatici invernali di tipo M+S con un codice di velocità inferiore a quello che è indicato sul libretto di circolazione dell’auto. Questo codice si trova sul fianco di ogni pneumatico ed è riconoscibile dalla lettera finale. Le multe previste, per chi non viene trovato in regola, sono salatissime: vanno da 419 a 1.862 euro e possono portare anche al ritiro della carta di circolazione e l’invio in revisione del veicolo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: