ParkAppy, le strisce blu si pagano con un’App

Non è necessario registrarsi ed il pagamento viene effettuato il tempo reale tramite la propria carta di credito

ParkAppy – Chiusa la polemica sugli aumenti delle tariffe, almeno fino al prossimo settembre, arriva una novità per gli abitanti di Roma e le strisce blu. Nasce ParkAppy, la nuova App gratuita (per iOS e Android) per pagare le soste sulle strisce blu direttamente tramite il proprio smartphone, con la propria carta di credito, senza la necessità di alcuna registrazione o di caricare un proprio borsellino elettronico.

L’utilizzo di ParkAppy è intuitivo: alla prima sosta bisognerà inserire la targa del proprio veicolo, il numero della propria carta di credito e l’orario previsto di fine sosta. Il GPS del telefono localizzerà automaticamente la zona tariffaria, ma sarà possibile impostarla anche manualmente, e permetterà di terminare la sosta in anticipo o di prolungarla, potendo così pagare esclusivamente i minuti effettivi in cui la vettura è parcheggiata.

E’ un ulteriore e apprezzabile passaggio compiuto dall’Amministrazione in un’ottica di semplificazione del ‘quotidiano’ congiunta a una visione ‘eco’ della città”, le parole di Anna Vincenzoni, l’Assessore alla Mobilità Municipio I. I dati del pagamento vengono poi inviati in tempo reale ad un sistema centralizzato, in modo che l’ausiliario di zona possa controllare se la sosta è stata regolarmente pagata.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Brevi

Link a notizie brevi sul mondo dell'auto

Tutto su Brevi →