Cadillac CT6

Motore di punta è il sei cilindri turbo da 3 litri (405 CV). Sulla CT6 arriva lo specchietto retrovisore con monito integrato.

Cadillac rielabora il suo approccio nei confronti del lusso e partecipa al salone di New York (1-12 aprile) con la nuova ammiraglia di segmento F, denominata CT6, primo di quegli otto nuovi modelli attesi entro il 2020 e vettura che segna il ritorno della casa statunitense fra i produttori di ammiraglie. La berlina non va intesa come una semplice passista, in ragione di un comportamento stradale curato e non disprezzabile: il documento stampa rivela che l’auto vanta lo stesso spazio interno della BMW Serie 7 a passo corto, pur rivelandosi agile, leggera ed efficiente come la Cadillac CTS. Tale affermazione – che spiega il cambiamento nei confronti del lusso – è resa legittima dagli sforzi sostenuti in materia di telaistica: la nuova architettura Omega utilizza alluminio in quantità più che abbondanti e rende l’auto estremamente leggera, a partire dai 1.678 chili della variante con motore sei cilindri.

Cadillac stima che la sua ammiraglia sia di almeno 99 chili più leggera rispetto alle avversarie prive di alluminio quale elemento strutturale. La sospensione anteriore multilink è realizzata anch’essa per la gran parte in alluminio, mentre il cinque bracci posteriore favorisce la precisione di guida e la bontà dell’handling. La CT6 misura 5.184 mm in lunghezza e vanta un passo di 3.106 mm, mentre larghezza ed altezza si attestano rispettivamente a 1.879 mm e 1.472 mm. Gli occupanti posteriori hanno a disposizione 1.027 mm per le ginocchia. L’abitacolo è rivestito con materiali di qualità superiore e prevede legni esotici, pellami ricercati e fibra di carbonio. I sedili offrono cinque modalità di massaggio ed un particolare sistema di riscaldamento. Quelli posteriori scorrono di 83 mm, prevedono la regolazione lombare e possono riscaldarsi/raffreddarsi oppure massaggiare. Il nuovo impianto audio Bose Panaray consta di ben 34 altoparlanti, mentre il climatizzatore è del tipo quadri-zona e consente di purificare l’aria.

La Cadillac CT6 prevede inoltre l’assale posteriore sterzante e la trazione integrale. Entrambi sono parte dell’Active Chassis System. Il primo sistema consente alla berlina di effettuare inversione in appena 11.4 metri (valore paragonabile alla CTS), mentre le quattro ruote motrici sono del tipo on demand ed entrano in funzione solo quando c’è effettivo bisogno: il conducente può scegliere le modalità di guida Tour, Snow/Ice e Sport e decidere se privilegiare la motricità oppure i consumi. I fanali sono a LED. La gamma motori sarà inizialmente composta da tre unità, tutte a benzina: il 2.0 turbo ha quattro cilindri e sviluppa 269 CV, il sei cilindri 3.6 è privo della sovralimentazione ed offre 340 CV ed il sei cilindri turbo 3.0 eroga 405 CV/543 Nm. Il cambio è solo automatico ad 8 marce. L’impianto multimediale prevede uno schermo da 10.2 pollici ed un touchpad sulla plancia, dove è ricavato anche il sistema di ricarica senza fili per cellulari. La dotazione in termini di sicurezza comprende il rinnovato Night Vision, la telecamera a 360°, il Pedestrian Collision Mitigation ed il Rear Camera Mirror, ovvero lo specchietto retrovisore con integrato un piccolo schermo.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Cadillac

Cadillac venne fondata a Detroit nel 1902, più precisamente il 22 agosto. Questa precisazione è necessaria. Il motivo? Lo stesso giorno Theodore Roosevelt fu il primo Presidente degli St [...]

Tutto su Cadillac →