Assicurazioni auto: le novità del DDL

matteo_renzi_mattarella

Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 20 febbraio il cosiddetto Ddl concorrenza, disegno di legge nel quale si rivedono le regole di mercato per tutta una serie di settori. Il Ddl deve superare il vaglio di Camera e Senato ed introduce sostanziali novità sul fronte delle assicurazioni auto, destinate a semplificare il mercato ed a fornire benefici sotto il profilo economico. Il legislatore mira in primo luogo a favorire la concorrenza tra compagnie assicurative.

Le misure devono ancora essere definite, ma è chiara l’intenzione di portare ad una riduzione dei prezzi: le assicurazioni italiane – come scritto su Affari Italiani – costano in media il 45/46 per cento in più rispetto a quelle europee. La prima vera novità del Ddl è prevista da aprile, quando verrà reso disponibile il tagliando assicurativo online: sarà leggibile per mezzo del Targa System ed è utile per eliminare il tagliando di carta da esporre sul parabrezza. Il proprietario del veicolo dovrà abbinare un indirizzo email al numero di targa ed inserire i due campi all’interno di un database.

Le autorità, da questo momento in poi, saranno in grado di verificare la presenza della copertura assicurativa e di controllare gli accessi alle zone a traffico limitato, i permessi di parcheggio ed altre concessioni speciali valide per il conducente dell'autoveicolo. Il Ddl introduce anche un generale inasprimento delle sanzioni: la multa si attesta ad 841 euro (con sequestro del veicolo) qualora il conducente sia fermato al volante di un’automobile con assicurazione scaduta, mentre in caso di assicurazione falsa o contraffatta il veicolo verrà confiscato e la patente sospesa. La multa per mancata revisione raggiunge i 168 euro.

  • shares
  • Mail