Aston Martin: in vista un aumento della produzione

Aston Martin

L'anno scorso Aston Martin pronosticò un volume di produzione complessivo stimato in 5.000 vetture ma il dato fu superato. All'inizio del 2007 i vertici hanno previsto che quest'anno saranno prodotte circa 7.000 vetture, ma già le proiezioni elevato il dato a 10.000 (il doppio rispetto al 2006).

Purtroppo (si fa per dire) questo rappresenta un problema in quanto gli impianti sono già al massimo. Il limite della capacità produttiva installata, insomma, è pressoché raggiunto e non sarà possibile andare oltre a meno che non vengano effettuati nuovi investimenti. Le alternative potrebbero essere l'esternalizzazione (affidare a terzi parte della produzione) o creare un nuovo impianto.

Tutte possibilità per ora rigorosamente sulla carta e tutte da decidere, inclusa la produzione della coupé 4 posti Rapide. Attualmente, infatti, la preoccupazione maggiore riguarda la vendita del marchio inglese dal gruppo Ford a un nuovo soggetto.

La domanda, del resto, è lecita: dove finiranno tutte queste Aston? Probabilmente fuori dai mercati tradizionali, soprattutto in Russia e Cina. C'è tuttavia da sperare che si persegua la politica della "contingenza" (alla quale si attengono scrupolosamente Ferrari e Lamborghini). Altrimenti, come ha dichiarato Stephan Winckelmann di Lamborghini, si rischia di iniziare un circolo vizioso che costringe i dealer a praticare pericolosi sconti: a questo punto il brand è finito.

Via | Pistonheads

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: