Aspettando il Salone di Ginevra

Salone di Ginevra 2007La 77a edizione del Salone di Ginevra si annuncia come al solito molto promettente, avendo già in serbo numerose prime mondiali o europee e svariati, inediti espositori.
Ricordiamo che soltanto due dei cinque più importanti saloni dell’automobile mondiali hanno cadenza annuale: Detroit e Ginevra; e adesso che la rassegna americana ha appena chiuso i suoi battenti, tutti gli sguardi sono ormai orientati verso il salone elvetico.

Per l’edizione 2007 sono previste infatti ben 244 aziende espositrici, che occuperanno complessivamente una superficie netta pari a 76'617 metri quadri. La domanda di superficie espositiva è ulteriormente aumentata e svariati, nuovi espositori figurano tra gli iscritti, come la cinese Brilliance, la KTM che presenta la sua prima vettura basata sulle sue esperienze motociclistiche o altre società russo-baltiche.
Due marchi hanno scelto Ginevra come piattaforma della loro rinascita: si tratta di Abarth (facente parte del Gruppo Fiat) e l’olandese Donkervoort.


Rolf Studer, direttore generale del Salone, si è detto entusiasta per quanto si sta delineando. "Sia che si tratti d’importanti prime mondiali dei grandi costruttori (tutti presenti attivamente) o dell’esordio di nuove marche d’ogni categoria, o semplicemente d’iniziative di marketing e comunicazione, l’industria dell’auto mondiale sceglie spesso Ginevra. I motivi sono molteplici, come la sua apertura ai mercati senza spirito protezionistico, l’importante rilievo mediatico su scala planetaria, la sua facoltà di saper proporre la vetrina internazionale più completa in un’ambientazione di prestigio pur mantenendo dimensioni tutto sommato a misura d’uomo".

Ovviamente Autoblog sarà presente per il terzo anno nei due giorni dedicati alla stampa (6 e 7 marzo), con una bella e divertente sorpresa... ;-)

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: