Inghilterra: 2007 nero per le 4x4

La caccia a Suv e fuoristrada sembra lo sport del momento e in questo panorama non poteva mancare l'ennesimo studio volto ad alimentare la polemica montante. La società finanziaria inglese KPMG ha appena pubblicato un rapporto secondo il quale il 2007 sarà l'anno del crollo di vendite per i lussuosi fuoristrada, accusati di invadere e soffocare le città del Regno Unito. Interpellando 150 dirigenti di industrie automobilistiche, l'inchiesta è giunta alla conclusione che i Suv non sono più così popolari e alla moda come poco tempo fa e che la principale causa dell'ipotizzato tracollo sta nell'alto consumo di carburante che li caratterizza. Gli ultimi risultati mensili di vendita confermerebbero il trend, con un calo medio del 15% rispetto allo scorso anno.

Se a questo si aggiungono le minacciate tasse "ecologiche" per la circolazione delle 4x4 a Londra e l'aumento del bollo per i veicoli più inquinanti (210 sterline, più di 300 euro), si può intuire quanto queste fosche previsioni siano alquanto fondate...

Dall'altra parte dell'Atlantico arriva anche il giudizio di Mark Fulthorpe, analista del mercato dell'auto, che considera il fenomeno "anti-Suv" in espansione anche negli USA, dove i consumatori cominciano a valutare con preoccupazione il costo della benzina e orientano le loro scelte verso auto più leggere e parche nei consumi.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: