I profumi influenzano la guida

Da una ricerca condotta dall'inglese Rac Foundation for Motoring, sono emerse curiose associazioni tra profumi - odori e comportamenti al volante.

Ok per limone e caffè che riducono l'irritabilità, benino per l'odore di mare che rilassa i muscoli e diminuisce lo stress, bocciati i profumi di camomilla, gelsomino e lavanda che hanno effetto soporifero.

E se menta e cannella erano già state promosse e vengono confermate essenze ideali, ne sono emerse tante da bocciare: secondo lo psicologo della Rac, Conrad King, per non farsi prendere dalla velocità bisogna evitare odori di cibo cucinato, pane appena sfornato e pasticceria che stimolano la fame e potrebbero indurre a premere sull'acceleratore per soddisfare il bisogno.
Questa poi è bellissima... l'odore combinato di olio per motori e sedili in pelle è un mix micidiale per guidatori anziani che rievocando la prima auto posseduta potrebbero assumere comportamenti da giovanotti! (ahahaa).
Vietati anche profumi che ricordano notti di passione, dopobarba o lozioni del partner rischiano di farci finire contro un palo...

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: