Tutto sulla VW Tiguan Concept

VW ha annunciato ufficialmente la VW Tiguan Concept. Vi riproponiamo le foto, questa volta senza watermark e anche in versione “wallpaper” della futura piccola SUV Volkswagen. Il motore montato sulla concept è una novità: un “Clean TDI”, un motore turbo-diesel dotato di diversi sistemi per abbattere in maniera drastica le emissioni inquinanti. Il catalizzatore ad

di Ruggeri


VW ha annunciato ufficialmente la VW Tiguan Concept. Vi riproponiamo le foto, questa volta senza watermark e anche in versione “wallpaper” della futura piccola SUV Volkswagen.

Il motore montato sulla concept è una novità: un “Clean TDI”, un motore turbo-diesel dotato di diversi sistemi per abbattere in maniera drastica le emissioni inquinanti. Il catalizzatore ad accumulo di NOx dovrebbe permettere di ridurre del 90% le emissioni degli ossidi di azoto. Secondo l’annuncio, il Clean TDI è un primo passo della programma congiunto Mercedes-Audi-VW per associare al nome BLUETEC i motori diesel “puliti” che soddisfano le severissime norme sulle emissioni del mercato statunitense. Non si sa se il motore Clean TDI sarà disponibile sulla Tiguan, la cui commercializzazione è prevista tra 12 mesi.

La Tiguan sarà lunga 4,40 metri, alta 1,69 metri e larga 1,85 metri. Meccanicamente deriva dalla Golf Plus, rispetto alla quale guadagna 20 cm di lunghezza. Fortunatamente non ne ripropone la carrozzeria e propone invece un lungo cofano motore, che le dà uno slancio sufficiente a contrastare la maggiore altezza (10 cm in più della Golf Plus).

Nel frontale possiamo,fortunatamente, assistere ad uno stop al family-feeling delle recenti VW, che prevedeva massicce calandre a “V” cromate. Nel caso della Tiguan non cambia la forma, ma il look è ora metallo scuro anodizzato e le cromature sono limitate alla cornice della griglia e ai 2 listelli trasversali. I gruppi ottici, ereditati dalla Concept A, hanno la classica forma a goccia, con proiettore allo Xeno che sembra sospeso all’interno del faro. I fendinebbia sono invece a LED.

Le fiancate ricordano un po’ la Toaureg, ma se ne distinguono a sufficienza, con passaruota muscolosi e un po’ squadrati e abbondanti protezioni in plastica opaca chiara. I cerchi in lega da 19″ aiutano di sicuro a dare più slancio alla Tiguan, così come la massiccia gommatura (con tanto di profilo arancione annegato nella gomma). Da vedere l’effetto che farà il modello di serie con pneumatici e cerchioni di dimensioni più ridotte. Il posteriore, infine, ricorda un po’ quella della Golf berlina, ma è rielaborato su un tema sportiveggiante, con un accenno di spoiler sopra il lunotto, un diffusore integrato nel paraurti, grandi terminali di scarico quasi rettangolari e gruppi ottici simili a quelli della EOS.

All’interno della concept si trovano cinque posti a sedere, rivestiti in pelle nera con cuciture arancioni (come la carrozzeria e il profilo annegato nel battistrada), particolari argentati, un ampio tetto panoramico (1,34 x 0,85 m) e un piano di carico in grado di accogliere oggetti lunghi fino a 2,5 metri.

La sostanza è tutta qui. Per chi vuole ri-leggerla, arricchita di retorica ufficiale, è disponibile il comunicato stampa VW.

VW Tiguan Concept

VW Tiguan Concept

VW Tiguan Concept

VW Tiguan Concept

VW Tiguan Concept

I Video di Autoblog