Jaguar XF ed XJ 3.0 V6 AWD: approfondimento tecnico su trasmissione integrale e motore

Il sistema All-Wheel Drive presente su Jaguar XF ed XJ, di cui vi abbiamo già parlato stamane, utilizza il cambio automatico a otto rapporti modificato in modo da poter alloggiare una scatola di rinvio dotata di un attuatore che, se necessario, indirizza la coppia ad un nuovo albero di trasmissione anteriore, verso il differenziale ed i semiassi dell’avantreno. L’attuatore idraulico invia la coppia alle ruote anteriori mediante un albero secondario e parallelo alla scatola del cambio: la ripartizione della potenza avviene secondo le indicazioni dettate dal modulo TCCM (Transfer Case Control Module), che monitorizza i livelli di aderenza e gli input del guidatore impartiti su sterzo ed acceleratore, suddividendo la coppia all’anteriore e al posteriore nel modo più appropriato.

Per accogliere la componentistica del sistema All-Wheel Drive, sia nella XF e sia nella XJ, sono stati progettati un nuovo controtelaio anteriore, una nuova traversa, nuovi supporti del motore e un nuovo sistema di scarico. I semiassi anteriori passano attraverso la coppa del motore al fine di avere un centro di gravità più basso. Il motore stesso adotta ora una nuova unità ECU che gli permette di dialogare con la scatola di rinvio, mentre nel vano motore sono state eseguite modifiche alle tubazioni del carburante, ai flessibili, alle presa d'aria e allo scarico per poter alloggiare i nuovi sistemi. Una nuova carenatura inferiore ed uno scudo termico incorporano un tunnel di trasmissione acustica che garantisce una discrezione identica ai modelli con trazione posteriore.

Da segnalare anche nuove tubazioni ad alta pressione per il servosterzo e il nuovo disegno dell’articolazione anteriore: assicurano ai componenti dello sterzo una direzionalità e un feedback identici ai modelli 2WD. Le sospensioni anteriori sono state sostanzialmente migliorate attraverso nuove molle, nuovi ammortizzatori e barre antirollio. Le molle delle sospensioni posteriori e gli ammortizzatori sono modificati, mentre la XJ è stata anche dotata di una nuova barra antirollio. Su entrambi i modelli è stata effettuata una ricalibrazione del software di gestione del sistema di sospensioni Adaptive Dynamics (di serie sulla XJ AWD, opzionale sulla XF).

Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale

Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale

Su strade asciutte il sistema 4x4 del Giaguaro indirizza principalmente la coppia sull'asse posteriore, anche se un quantitativo di coppia motrice viene sempre applicata alle ruote anteriori per garantire un’accelerazione iniziale priva di pattinamenti. Tutto questo è regolato attraverso un elemento di controllo degli algoritmi, in grado di prevedere e memorizzare le situazioni in cui possono verificarsi slittamenti della ruota, erogando la coppia alle ruote anteriori come misura preventiva per eliminare la possibilità di una perdita di aderenza. Poiché si tratta di un metodo di erogazione della coppia “attivo” piuttosto che passivo, gli elementi di controllo consentono alla vettura di offrire una ripartizione della potenza sulle quattro ruote motrici del tutto discreta, pur mantenendo le caratteristiche dinamiche di manovrabilità della trazione posteriore.

Il sistema monitorizza costantemente le condizioni stradali, l’acceleratore e lo sterzo e, in caso di rilevazione di qualsiasi slittamento tra l’asse anteriore e posteriore, il TCCM applica automaticamente il giusto quantitativo di coppia per annullare qualsiasi differenza di velocità delle ruote anteriori e posteriori. La ripartizione massima della coppia è di 50:50 da anteriore a posteriore. In modalità "Winter", selezionabile mediante i comandi del Jaguar Drive Control, gli elementi di controllo aumentano il livello di allerta per anticipare ogni possibilità di slittamento. Inoltre, il sistema Dynamic Stability Control controlla costantemente lo slittamento delle ruote di ciascun asse e utilizza il sistema ABS per frenare in modo mirato ognuna delle quattro ruote, secondo quanto necessario per evitare lo perdite di aderenza.

Inoltre il Jaguar Drive Control offre a chi ama la guida sportiva l’opzione della modalità "Dynamic", in cui la risposta dell’acceleratore è più reattiva e il cambio scala le marce in modo più rapido e a regimi più elevati. La modalità Dynamic irrigidisce la taratura degli ammortizzatori nei veicoli dotati di Adaptive Dynamics, per offrire cambi di direzione ancora più precisi e controllati e quindi una migliore maneggevolezza. In modalità Dynamic, il sistema All-Wheel Drive funziona nello stesso modo della modalità "Normal".

Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale

Caratteristiche e prestazioni del V6 3.0 Supercharged

Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale

Ad alimentare il sistema All-Wheel Drive è il nuovo propulsore Jaguar 3.0 litri V6 a benzina S/C 340 Cv, interamente in alluminio, che dispone di 340 Cv di potenza massima a 6500 giri al minuto e di ben 450 Nm di coppia motrice erogati tra i 3500 e i 5000 giri al minuto, con 400 Nm disponibili già poco oltre i 2000 giri al minuto.

Il 3.0 V6 S/C 340, dotato di serie di Start&Stop, utilizza una doppia fasatura variabile indipendente degli alberi a camme (DIVCT) e un’iniezione diretta a getto guidato (SGDI), unite al nuovo orientamento della candela, che prevede l’allineamento dell'elettrodo in maniera precisa all’interno della camera di combustione, per una maggiore efficienza. Queste caratteristiche, insieme a un rapporto di compressione di 10,5:1, ottimizzano potenza, coppia e consumi a tutti i regimi.

L'ultima versione del compressore di tipo Roots a doppio rotore è stato montato nella “V” del motore e dispone di un controllo della sovralimentazione, gestito elettronicamente, che offre una efficienza operativa superiore del 20%. Gli ingegneri inglesi assicurano che il loro innovativo sistema di pesi di bilanciamento contro-rotanti anteriori e posteriori, assicura al V6 lo stesso livello di raffinatezza dei rinomati 5.0 litri V8 Jaguar a benzina.

Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale
Jaguar XF ed XJ: ora anche a trazione integrale

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: