McLaren snobba i motori V12: "roba da museo..."

McLaren presenta la MP4-12C spider, variante cabrio della Supercar di Woking

“I motori V12 sono una cosa che appartiene al passato; pezzi più appropriati ad un museo”. Considerazione più che opinabile, ma che assume un certo valore se a farla è Antony Sheriff, McLaren managing director. Nonostante la più diretta concorrenza si affidi al frazionamento V12 per le proprie vetture più esclusive, in McLaren sono convinti che i nuovi V8 sovralimentati siano capaci di mandare nel dimenticatoio i più assetati, pesanti e complessi V12, peraltro anche più difficili da alloggiare nel vano motore di un’auto. Last but not least, meno parti in movimento significa minore possibilità di rotture: altro punto, almeno su carta, a favore del V8.

Per gli stessi motivi Sheriff ha espresso apprezzamento anche per i più piccoli motori V6 di cui non è escluso l’utilizzo sulle future supercar prodotte a Woking, magari posizionate sotto la MP4-12C: la compattezza ed il peso contenuto di questa architettura garantirebbero al veicolo una dinamica di guida eccellente. Quanto sopra detto fa presupporre che anche sulla nuova F1, la top di gamma McLaren, verrà adottato un motore 8 cilindri, magari abbinato ad un modulo ibrido per implementarne performance ed efficienza. In ogni caso il posizionamento del motore rimarrà centrale.

McLaren presenta la MP4-12C spider, variante cabrio della Supercar di Woking
McLaren presenta la MP4-12C spider, variante cabrio della Supercar di Woking
McLaren presenta la MP4-12C spider, variante cabrio della Supercar di Woking
McLaren presenta la MP4-12C spider, variante cabrio della Supercar di Woking

Via | MotorAuthority

  • shares
  • Mail
145 commenti Aggiorna
Ordina: