Freni "a cuneo" Siemens




Siamo forse di fronte ai freni del futuro? Leggendo i dati dichiarati da Siemens, sviluppatore dell'innovativo sistema frenante, sembrerebbe proprio di sì.
Le prestazioni garantite dal nuovo EWB ("Electronic Wedge Brake", ovvero freni elettronici a cuneo) permetteranno nel giro di un paio di anni di migliorare drasticamente tempi e spazi d'arresto delle vetture di serie, addirittura dimezzati in alcuni test comparativi con gli attuali sistemi.
Nulla a che vedere con il problematico Sensotronic Mercedes: nel caso dell'EBW la forza frenante viene applicata sul disco da una guarnizione cuneiforme spinta da una serie di motori elettrici.
Proprio la forma a cuneo, come nei ceppi delle vecchie carrozze a cavallo, esprime una maggior forza frenante all'aumentare della velocità dell'auto, in tempi brevissimi e con una ridotto dispendio energetico. Rispetto ai sistemi idraulici, il nuovo impianto Siemens richiede un'energia inferiore di dieci volte e funziona in sicurezza con il normale impianto elettrico a 12-volt. Se, dopo tanti decenni, l'idraulica verrà sostituita dall'elettronica, lo scopriremo solo dal 2008, quando cominceranno a circolare le prime vetture dotate di EWB.

Via | AutoWeek

  • shares
  • Mail
64 commenti Aggiorna
Ordina: