Aston Martin: downsizing dei motori per i prossimi anni

Aston Martin presenta la nuova V12 Vantage Roadster

Nel futuro di Aston Martin vi sarà un downsizing dei motori dettato dalla riduzione delle emissioni che diventerà obbligatoria nei prossimi anni. Ulrich Bez, Ceo del marchio inglese, ha dichiarato che il lavoro fatto fin'ora nella riduzione delle emissioni non è ancora completo e che nel futuro di Aston Martin potrebbero esserci delle motorizzazioni a quattro o addirittura a tre cilindri.

Negli ultimi anni il costruttore ha diminuito del 25% le emissioni delle proprie vetture ma le severe regole anti inquinamento potrebbero obbligare lo storico marchio inglese ad un downsizing di alcuni motori della propria gamma. Nell'intervista ad Autocar, Bez non ha parlato di soluzioni ibride o elettriche, dicendo semplicemente che il marchio agirà di conseguenza alle richieste che verranno fatte in futuro.

Aston Martin potrebbe adottare le tecnologie EcoBoost di Ford, potendo così risparmiare sullo sviluppo dei motori e concentrando i propri sforzi economici sul miglioramento delle prestazioni di questi propulsori. Inizialmente ci si potrebbe aspettare l'ingresso in gamma di un nuovo sei cilndri che diventerebbe l'entry level della gamma Aston che attualmente vanta solo propulsori ad 8 ed a 12 cilindri.

Aston Martin presenta la nuova V12 Vantage Roadster
Aston Martin presenta la nuova V12 Vantage Roadster
Aston Martin presenta la nuova V12 Vantage Roadster
Aston Martin presenta la nuova V12 Vantage Roadster

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: