Porsche Targa: eleggete la vostra preferita!


Non potevamo non chiedervelo!

Targa è un nome evocativo. Porsche la utilizzò negli anni Sessanta per una nuova tipologia di carrozzeria della neonata 911 (allora disponibile solo Coupé; la cabriolet apparirà solo nel 1983 con la SC Cabrio). Il nome, esotico, si ispirava alla gloriosa Targa Florio, una delle più prestigiose e difficili (se non "la" più difficile) corsa di tutti i tempi.
Porsche ha sempre avuto un modello Targa a listino, dedicata a una clientela particolare, dinamica, amante dell vento nei capelli ma, non avvezza all'immagine un po' troppo femminea e gentile di una Cabriolet. Nasce allora la Targa, con il suo caratteristico tetto asportabile che l'ha accompagnata lungo tutti i cambiamenti avuti in famiglia: anni 70, 80 e primissimi anni Novanta quando, lo scarso successo delle 964 (oggi molto rare) convinse a cercare una nuova soluzione, più moderna, più pratica, più consona a una 911, una supercar per tutti i giorni. E' nata, allora, l'innovativa idea, proposta per la prima volta con la 993, di un tetto in cristallo scorrevole che affranca dall'esigenza, tutta "retrò" di dover decidere "prima" se si vuole guidare in versione chiusa o aperta. Con la 996, infine, la Targa offre l'ulteriore comodità del lunotto in cristallo apribile come fosse un vero baule, ideale per sistemare i bagagli.


Ci farebbe piacere, allora, avere un vostro giudizio: 911 Targa, 964 Targa, 993 Targa, 996 Targa o 997 Targa?

  • shares
  • Mail
78 commenti Aggiorna
Ordina: