International Engine of the year 2012: trionfa il tre cilindri Ford 1.0 EcoBoost

Anche quest’anno arrivano puntuali i premi dell’International Engine of the Year Award: l’edizione 2012, svoltasi all’ Engine Expo di Stoccarda in Germania, ha visto trionfare il motore Ford 1.0 EcoBoost; il tre cilindri turbo ha svettato nella categoria dei propulsori sotto i 1000 cc e come migliore novità motoristica assoluta del 2012. Ma il premio per il motore più pulito va all’1.4 range extender di Chevrolet Volt ed Opel Ampera.

I titoli come miglior propulsore ad alte prestazioni e quello nella categoria sopra i 4 litri di cilindrata sono andati invece al V8 4.5 da 570 CV della Ferrari 458 Italia e Spider. Nella categoria degli endotermici fra i 3 ed i 4 litri di cilindrata, si piazza in prima posizione il motore V8 aspirato da 420 CV della BMW M3. La casa dell’elica si è aggiudicata il primato anche nel segmento fra i 2.5 ed i 3 litri di cilindrata, col 6 cilindri 3.0 biturbo da 340 CV in forze alla Serie 1 M Coupè e alla Z4 35is. Vanno a Monaco anche i premi per la categoria dei motopropulsori con cilindrata compresa fra 1.8 a 2 litri, vinto dal 4 cilindri 2.0 twin-power turbo con turbocompressore twin-scroll, e per quella da 1.4 ad 1.6 litri, in cui ha conquistato la vittoria il 4 cilindri 1.6 turbo costruito in collaborazione con i francesi di PSA.

Ai tedeschi del gruppo Volkswagen vanno invece i premi per i motori con cilindrata compresa da 1 a 1.4 litri, in cui ha svettato il 4 cilindri 1.4 TSI sovralimentato, e per quella compresa fra 2 e 2.5 litri, in cui ha vinto il pentacilindrico turbocompresso da 340 CV dell’Audi TT RS e della RS3 Sportback. Nella foto seguente il bacio di Alan Mulally, CEO di Ford, alla piccola unità tre cilindri EcoBoost.

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: