Emissioni CO2: Marchionne e Tajani propongono un cambiamento

Nissan GT-R Model Year 2012: tutte le foto ufficiali

Sergio Marchionne ed Antonio Tajani, commissario europeo per l'industria, hanno in programma una proposta per modificare i limiti delle emissioni per l'Unione Europea. Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Die Welt, Marchionne e Tajani vorrebbero rendere meno severi i limiti delle emissioni di CO2 attualmente imposti per il mercato dell'auto. Stando agli attuali piani, le case costruttrici dovranno raggiungere una media di emissioni dei propri modelli in gamma pari a 130 g/km entro il 2015, scendendo poi a 95 g/km nel 2020.

Questi limiti hanno imposto alle case un grande investimento monetario per la ricerca, peggiorando così la già difficile situazione economica di alcuni marchi che risulta precaria vista la crisi che ormai da anni affligge il mondo dell'automotive, oltre a numerosi altri settori dell'economia.

Alcuni marchi tedeschi hanno già chiesto che la legislazione riguardante le emissioni fosse cambiata a seconda del paese, tenendo conto delle abitudini dei guidatori, delle condizioni delle strade e di altri fattori. Attualmente le misurazioni vengono effettuate calcolando unicamente quanta CO2 viene emessa nell'aria durante un ciclo standard che, in alcuni casi, potrebbe penalizzare certi tipi di motore. Antonio Tajani presenterà la proposta durante un meeting del Cars 21 High Level Group, una riunione delle figure chiave dell'industria automotive mondiale che sarà presieduta dall'italiano.
Via | Autocar

  • shares
  • Mail
47 commenti Aggiorna
Ordina: