Pirelli presenta il Cinturato P7 Blue


Durante la Fiera internazionale del pneumatico di Essen, in Germania, Pirelli ha presentato in anteprima il nuovo Cinturato P7 Blue appositamente ideato e realizzato per garantire alle auto di media cilindrata un elevato chilometraggio oltre a spazi di frenata ridotti e una bassa rolling resistance. Nato grazie all'impiego di tecnologie derivate dall'esperienza in Formula Uno, condivide con quest'ultima anche il processo di calco e modellizzazione. Nell'etichettatura europea -obbligatoria dal primo novembre 2012 per gli pneumatici destinati ad autovetture, veicoli commerciali leggeri e pesanti- il Cinturato P7 Blue si è aggiudicato in rolling resistance e frenata sul bagnato il massimo dei voti, “AA” e “AB” in base alle differenti misure.

Esposto in questi giorni alla kermesse tedesca, nella misura 235/45R 17 XL, il nuovo pneumatico della linea Cinturato che si affianca al classico P7 è già disponibile sul mercato europeo con le prime misure. Fra non molto, inoltre, potremo darvi anche le nostre impressioni in quanto andremo a testarlo a Valencia. Un'altra novità esposta ad Essen dall'azienda italiana è rappresentata dai nuovi pneumatici truck della serie 01, l'H:01 e l'ST:01. Nello specifico, i primi sono studiati per l'impiego in autostrade e superstrade nonché superfici che determinano una ridotta usura del battistrada mentre i secondi sono per equipaggiamento rimorchi e semirimorchi.

Maurizio Boiocchi, Chief Technical Officer, in merito all'etichettatura ha affermato: "L’etichetta degli pneumatici è un’opportunità per il consumatore poichè consente di conoscere tre importanti indicatori – rolling resistance, noice e wet braking – utili per la valutazione e la scelta delle gomme, ma allo stesso tempo, resta insufficiente per comprenderne le caratteristiche complessive."

Ha poi continuato il discorso affermando che "La corretta valutazione di uno pneumatico deve tener presente anche di altri parametri, quali frenata su asciutto, tenuta su asciutto e bagnato, sia in curva, sia su rettilineo. L’etichetta non contempla tra gli indicatori la ricostruibilità e il chilometraggio, fondamentali per gli pneumatici truck, nè fa alcun riferimento a criteri specifici per gli pneumatici invernali. Resta, pertanto, imprescindibile in fase di acquisto di uno pneumatico il consiglio del rivenditore specializzato che può orientare al meglio il consumatore secondo le diverse esigenze”.

  • shares
  • Mail