Alpine: l'A110-50 segna il cinquantennale della A110

Alpine A110-50

Lo stesso Laurens van den Acker ammette che non si è voluto realizzare una vettura nostalgica, dallo stile retrò. Per questo motivo l’Alpine A110-50 non rappresenta un semplice “remake” della A110, ma ne attualizza le forme e ne reinterpreta i contenuti. Il responsabile dello stile per il marchio Renault ha dunque immaginato – con il supporto degli stilisti Yann Jarsalle ed Axel Breun – una sportiva di matrice quasi futurista, interamente in fibra di carbonio, i cui tratti mostrano un’evidente parentela con il prototipo DeZir. Alcuni elementi sono ispirati alla A110 – vettura di cui vengono celebrati i 50 anni –, fra cui i doppi fanali anteriori, ma le portiere ad ala di gabbiano ed il cofano anteriore incernierato controvento denotano la personalità di un’automobile non così legata al passato come il nome suggerisce. A tal proposito è emblematica la volontà di introdurre una nuova tonalità del classico blu Alpine.

L’A110-50 misura 4.33 metri in lunghezza, 1.96 in larghezza ed 1.23 in altezza. Il passo risulta pari a 2.62 metri ed è identico alla Megane Trophy, vettura che fornisce l’intera meccanica. Viene quindi utilizzato il motore V6 3.5 da 400 CV e 422 Nm, disposto in posizione centrale e abbinato ad una trasmissione sequenziale a sei marce. La sportiva francese pesa 880 chili e vanta una distribuzione delle masse con rapporto 47,8:52,2. L’impianto frenante è composto da quattro dischi in acciaio firmati AP Racing con diametro di 356 mm all’anteriore e 330 al posteriore. I cerchi in lega da 21 pollici montano pneumatici Michelin, mentre le sospensioni utilizzano uno schema a doppio triangolo tanto all’avantreno quanto al retrotreno. Gli ammortizzatori Sachs sono regolabili in compressione e rilascio.

L’abitacolo si caratterizza per i sedili a guscio, per le cinture Sabelt a quattro punti e per il display installato davanti al volante. Notevole anche lo studio aerodinamico, che si riflette nella presenza di uno spiltter anteriore e di uno scivolo posteriore: il primo crea una depressione sul fondo della vettura, mentre il secondo lavora in abbinamento al visto alettone e garantisce un maggior carico.

Alpine A110-50
Alpine A110-50
Alpine A110-50
Alpine A110-50

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: