Mercato auto Europa: ad Aprile le immatricolazioni al -6.5%; la posizione di UNRAE

Analisi dei dati delle immatricolazioni di automobili in Europa nel mese di Aprile 2012

Arrivano puntuali i dati UNRAE e ACEA (l’Associazione dei costruttori continentali) relativi alle immatricolazioni in Europa nel mese di Aprile 2012: il quadro che ne emerge è quello di un mercato continentale “tenuto a galla” dalla crescita nei paesi dell’Est. La flessione registrata nel quarto mese del 2012 è stata comunque pari al -6,5%, con 1.058.348 auto vendute. Valori che fanno chiudere il 1° quadrimestre dell’anno ad un totale di 4.487.798 unità immatricolate, in calo del 7,1%. Di seguito le considerazioni di UNRAE a riguardo.

Ben 15 Paesi su 29 – il 68% delle vendite totali – performano in aprile meglio della media EU27 + EFTA. Tra questi, prevalentemente Paesi dell’Est, ci sono 2 dei grandi mercati europei, Germania e UK, con il segno “+”, ma anche la Francia, il cui -1,9% può essere letto positivamente, considerato che il 1° trimestre, penalizzato dall’effetto confronto, si era chiuso con un -21,6%. Italia – definitivamente quarto mercato in Europa – Spagna, Belgio e Olanda frenano pesantemente le capacità di crescita del Vecchio Continente.Calo importante a doppia cifra per Portogallo e Grecia, specchio della loro difficile crisi economica.

“Se nei prossimi mesi Germania e Gran Bretagna riusciranno a confermare le loro performance di crescita e la Francia a stabilizzare il proprio mercato, l’Italia resterà la maggiore responsabile del rallentamento dell’Europa. Il peso della nostra recessione renderà questo risultato inevitabile – ha commentato Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE –Tuttavia, il Governo italiano sembra aver compreso che l’auto in Italia ha bisogno oggi di un’attenzione diversa”.

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →