Porsche: la 918 Spyder inizia i test con carrozzeria semi-definitiva

Porsche 918 Spyder

Il richiamo stilistico alle Porsche 917 da corsa rende ancora più emozionante e suggestiva la genesi di quella che Porsche definisce “super sports car”, ovvero una sportiva con motore V8 e trazione ibrida plug-in destinata a stabilire nuovi canoni fra tutte le automobili di altissima gamma. La 918 Spyder veste quindi un corpo vettura semi-definitivo e prosegue i test che l’hanno già vista impegnata sul circuito di Nardò. Porsche rivela infatti che l’odierna fase di collaudo è specifica nel definire la simbiosi fra il motore termico e l’unità elettrica, cercando di stabilire una difficile intersezione da cui possa emergere un carattere ben definito. I tecnici dovranno inoltre stabilire il giusto compromesso fra elevate prestazioni e ridotto impatto ambientale, aspetto che la 918 Spyder non vuole sottovalutare.

La sportiva tedesca monterà un V8 4.6 da 578 CV, evoluzione dell’otto cilindri disponibile per la RS Spyder da competizione. A questo verranno abbinati due motori elettrici: il primo svilupperà 122 CV e sarà installato nella scatola del cambio a 7 rapporti, mentre il secondo fornirà 109 CV e muoverà le ruote anteriori. La potenza complessiva sarà quindi pari a 780 CV, per un consumo medio di 3 litri ogni 100 chilometri. Non meno interessanti saranno la monoscocca in fibra di carbonio rinforzata con plastica, l’aerodinamica attiva, l’assale posteriore adattivo ed il sistema di scarico con i due vistosi terminali montati a “ciminiera”. Il debutto è previsto nel settembre 2013.

Porsche 918 Spyder
Porsche 918 Spyder
Porsche 918 Spyder
Porsche 918 Spyder

Porsche 918 Spyder

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: