Toyota: le nuove auto basate sulla TNGA saranno più intriganti e piacevoli da guidare

Toyota GT 86 TRD

Costruire auto dotate di maggiore appeal risparmiando il 30% sui costi di produzione attraverso una maggiore condivisione della componentistica: è questo il nuovo obiettivo di Toyota. Il colosso giapponese, come spiegato dal CEO Akio Toyoda, avrebbe intenzione di tornare a produrre auto dotate di una maggiore caratterizzazione estetica e dinamica, non necessariamente costruite in un’ottica di incremento delle vendite. Quest’ultimo modus operandi ha infatti portato la multinazionale a produrre spesso auto “sterili” da un punto di vista emozionale.

Sembra quindi che, dopo la realizzazione della promettentissima GT 86, ideata in collaborazione con Subaru, la Toyota costruite con i nuovi criteri costruttivi avranno come base di partenza la Toyota New Global Architecture, o TNGA (trazione anteriore); una piattaforma che consentirà al gruppo nipponico di sviluppare simultaneamente più modelli, massimizzando l’efficienza produttiva.

Questo nuovo e promettente piano di lavoro donerà ai designer ed agli ingegneri una maggiore autonomia. Una decisione necessaria per non farsi “sorprendere” dalla crescente concorrenza coreana, sempre più determinata ed impegnata nel dare un aspetto personale ai propri veicoli ed una maggiore cura costruttiva. Una strada intrapresa anche da Honda a dire il vero. La piattaforma TNGA consentirà inoltre un baricentro più basso dei veicoli, a tutto vantaggio del piacere di guida e dello stile.

Toyota GT 86
Toyota GT 86
Toyota GT 86
Toyota GT 86

Via | AutomotiveNews

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: