Smart ForTwo Twinamic: non cambi mai

Smart ForTwo Twinamic – La nuova versione con cambio automatico rappresenta la vera essenza della citycar, ecco com’è e come va.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:40:"Smart ForTwo 70 Twinamic: scheda tecnica";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:6674:"

Smart ForTwo Twinamic – L’erede della Smart è arrivata, questa volta per davvero, cambiando ma rimanendo sempre fedele a sé stessa. Nel bene e nel male. Nel bene perché i miglioramenti del cambio automatico rispetto alla precedente generazione si sentono eccome. Nel male perché ancora manca quella reattività che tanto si desidera nelle ripartenze a basse velocità e nelle riprese autostradali. C’è però da dire che la Smart ForTwo con cambio automatico sarà inizialmente lanciata nella sola versione, da noi provata, con il tre cilindri aspirato da 70 cavalli e bisognerà attendere ancora qualche mese per poter avere la più potente e corposa versione Turbo da 90 cavalli, vera incarnazione della compatta di Stoccarda.

Smart ForTwo Twinamic: come va

Smart ForTwo Twinamic

Com’è la nuova Smart ForTwo con cambio automatico rispetto alla vecchia? La risposta è solo una: decisamente migliore. Finalmente i ritardi di cambiata sono stati ridotti, rendendo la vettura più veloce e facile da gestire. Il nuovo cambio doppia frizione Twinamic firmato Getrag rende l’auto ancor più comoda e semplice da guidare, annullando totalmente gli effetti di ondulamento in cambiata tipici delle precedenti generazioni ed eliminando, finalmente, le lunghe interruzioni di spinta in cambiata. I cambi di marcia infatti non si sentirebbero minimamente se non fosse per il variare del suono, con Smart che ha dotato la nuova ForTwo di due modalità di funzionamento, proprio come accade sulle vere Mercedes con cambio automatico.

Smart ForTwo Twinamic

La principale differenza tra le due modalità consiste nel regime di cambiata. In Eco la vettura ingrana la marcia superiore a regimi più bassi, favorendo l’efficienza di marcia. In Sport si viaggia con il motore un po’ più in tiro, potendo sfruttare meglio gli allunghi ma perdendo in comfort, soprattutto per via del rumore del tre cilindri, particolarmente presente in cabina a regimi elevati. Peccato che non vi sia una modalità intermedia tra le due: per guidare la Smart ForTwo Twinamic con un giusto compromesso tra i due setup è necessario utilizzare la modalità manuale.

Smart ForTwo Twinamic

Poco reattivo invece, in entrambe le modalità, il pedale del gas: il motore risponde con un po’ di ritardo alle sollecitazioni ma trattandosi di una citycar questo non è un problema insormontabil. Di certo non si avrà la reattività della versione manuale a semafori, ma la comodità fornita dall’automatico vale probabilmente più dei 1.030 euro di differenza rispetto alle Smart ForTwo con cambio tradizionale.

Smart ForTwo Twinamic: com’è

Smart ForTwo Twinamic

Non cambiano le dimensioni, almeno per quanto riguarda la lunghezza, con la Smart ForTwo che ripropone due posti, finalmente comodi, in soli 2.69 metri. La comodità è garantita da un generoso allargamento del corpo vettura di 10 centimetri, tutti a favore dell’abitabilità interna e della guidabilità. Rispetto al passato Smart ha migliorato anche il comfort, creando una vettura molto meno rumorosa, anche se ancora non proprio silenziosa, e decisamente più confortevole d’assetto rispetto alla rigidità della precedente generazione.

Smart ForTwo Twinamic

Con un prezzo di partenza di 13.780 euro la nuova Smart ForTwo 70 con cambio automatico dispone di un tre cilindri aspirato da 999 centimetri cubici capace di 71 cavalli a 6.000 giri e di una coppia massima di 91 Nm a 2.850 giri. Proprio la coppia è uno dei punti deboli della citycar, vanificando in parte i miglioramenti apportati dal nuovo doppia frizione: bisognerà attendere la variante turbo da 90 cavalli per avere un’auto veramente reattiva e scattante. Nella variante automatica da 71 cavalli la piccola di Stoccarda riesce a scattare da 0 a 100 chilometri orari in 15.1 secondi, 2 decimi in più rispetto al manuale, proponendo una velocità massima di 151 chilometri orari. Particolarmente interessante il consumo dichiarato: 4.1 litri ogni 100 chilometri nel ciclo misto.

Smart ForTwo Twinamic

Ottima invece, ma non ancora del tutto completa, la dotazione di serie. Se da un lato sono presenti il servosterzo, il climatizzatore e diverse dotazioni elettroniche per la sicurezza, dall’altro mancano accessori fondamentali come la regolazione del volante e dell’altezza del sedile che sono proposti a pagamento. Nonostante questo però non è difficile trovare una posizione di guida comoda, anche se la corona del volante nel nostro caso nascondeva gran parte del tachimetro.

Piccole imperfezioni che si dimenticano però non appena si riesce a fare inversione anche nelle strade più strette grazie al diametro di sterzata di 6.95 metri: l’ideale per districarsi nel traffico una volta abituati alle risposte non fulminee del motore.

Smart ForTwo Twinamic



";i:2;s:818:"

Smart ForTwo 70 Twinamic: scheda tecnica


Lunghezza (m) 2,69
Larghezza (m) 1,66
Altezza (m) 1,55
Passo (mm) 1.873
Diametro di volta tra marciapiedi (m) 6,95
Diametro di volta tra i muri (m) 7,30
Lunghezza dell’abitacolo (dall’acceleratore alla coda) (mm) 2.011
Volume bagagliaio dietro i sedili anteriori 260 litri
Volume bagagliaio dietro i sedili anteriori fino al tetto 350 litri

Numero cilindri/disposizione 3 in linea
Cilindrata (cm3) 999
Potenza nominale (kW/CV) 52/ 71 a (giri/min) 6.000
Coppia nominale (Nm) 91 a (giri/min) 2.850
Consumo nel ciclo combinato (l/100 km) 4,1
Emissioni di CO2 ciclo combinato (g/km) 94
Classe di efficienza B
Accelerazione 0-100 km/h (s) 15,1
Velocità massima (km/h) 151
Prezzo (IVA e MSS) a partire da euro 13.780

";}}

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: