Peugeot: l'anno prossimo un crossover su base 208

Peugeot 508, 3008 HYbrid4 e HR1 - salone di Parigi 2010 Live

Non ha nemmeno fatto in tempo a mettere il naso fuori dalla culla che già si prepara a mettere su famiglia: la neonata Peugeot 208 darà vita già nella prima parte dell'anno prossimo a una variante di carrozzeria importantissima per le sorti commerciali del marchio. Nell'ambito del rinnovamento della sua gamma attuale, il piccolo crossover che deriverà dalla 208 giocherà sicuramente un ruolo fondamentale.

La sua rilevanza è testimoniata dal grado di priorità che ha il progetto: la variante crossover, molto probabilmente, andrà in produzione prima ancora della sportiva GTI e della possibile versione lussuosa, anticipata dalla concept XY, che prelude a una sorta di DS3 in chiave Peugeot. Nessuna delle due proposte, naturalmente, avrà potenzialità di vendita paragonabili a quelle del piccolo sport utility.

Il modello in questione, che potrebbe prendere il nome di 2008, è stato del resto anticipato da una concept, la HR1, vista al Salone di Parigi del 2010. Se un anno e mezzo fa il futuro del prototipo era ancora avvolto nel mistero, oggi, dopo il lancio della 208, il suo ruolo all'interno dei piani futuri di casa si è fatto decisamente più chiaro.

Secondo quanto riportato da WhatCar, che cita fonti interne alla casa francese, l'auto sarebbe già "ad uno stadio avanzato di sviluppo": il suo debutto in veste di produzione potrebbe avvenire già a settembre al Salone di Parigi, sebbene non ci sia ancora una decisione definitiva in merito. La 2008 sfrutterà tutta la gamma motori della 208, e anche gli interni saranno molto simili.

Una delle sue peculiarità tecniche sarà l'assenza dalla gamma della trazione integrale: le varianti a quattro ruote motrici di questi modelli sono molto meno gettonate rispetto a quelle a trazione anteriore. E da questa osservazione empirica, a quanto pare, Peugeot avrebbe tratto le sue conclusioni: "La trazione integrale non è qualcosa a cui stiamo pensando per questo modello", ha affermato un insider.

La casa francese asseconderà con la 2008 il trend di mercato che vede una perdita di interesse da parte della clientela, in migrazione dalle tradizionali berline a due e tre volumi (e dalle station wagon) verso proposte più originali. Questo è anche il motivo per cui la casa non proporrà una variante familiare della 208.

Diverso il discorso relativo alle versioni sportive, che ancora oggi costituiscono un forte traino d'immagine per tutto il resto della gamma: la GTI arriverà, anche se dopo la più importante crossover. Il suo debutto negli showroom potrebbe avvenire nell'estate 2013, dopo il lancio in veste di produzione previsto per Ginevra 2013.

L'anno prossimo sarà anche il momento di una variante particolarmente ecologica della nuova compatta: il nuovo 1.2 tre cilindri benzina vedrà il debutto del sistema di start&stop, in grado di tagliare le emissioni di CO2 da 104 a 95 g/km.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: