Fiscalità sull'auto: novità in arrivo

Secondo recenti anticipazioni del Ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, nuove regole sono in vista per cercare di portare, nel nostro Paese, verso una maggiore efficienza nell'ambito del consumo energetico e un maggiore sostegno alle fasce più deboli.

L'automobile è una delle principali protagoniste dell'interesse dell'Esecutivo: si potrebbe deteminare un aumento del bollo per le auto maggiormente inquinanti, potrebbero essere determinati sconti per quelle che rispettano l'ambiente, verrebbe rimodulata la fiscalità sulla tassa di circolazione a seconda del tasso di inquinamento provocato dai veicoli.

Di questo nuovo orizzonte programmatico non c'è poi da stupirsi.

Il presidente dell'UNRAE, Salvatore Pistola, ha così commentato: "Le recenti anticipazioni governative in merito ad una diversa tassazione sugli autoveicoli, principalmente in relazione al livello di emissioni, sono state indirizzate a livello comunitario europeo già da tempo, concordate e previste entro il 2008. E l'Unrae ne ha da sempre sottolineato l'esigenza e l'opportunità".

Pistola ha anche detto che "il modo d'uso dell'autoveicolo, e non solo il possesso, dovrebbe essere un criterio per una più equa e corretta fiscalità e che, riguardo ai Suv, troppo spesso richiamati anche impropriamente, il livello di emissioni, come per tutti gli autoveicoli, è commisurato alle direttive europee che soddisfano ed alla motorizzazione di cui dispongono, principalmente diesel, e generalmente mutuata dalle corrispondenti berline di marca o di gruppo a cui fanno riferimento".

  • shares
  • Mail
76 commenti Aggiorna
Ordina: