Le auto ecologiche del salone di Ginevra

Renault presenta a Ginevra la Zoe, la Mégane 2012, la Scenic 2012 ed il facelift della Twingo RS

Le eventuali primarie non la vedono certo favorita. Sarebbe una candidata “underdog”, di seconda fascia, la cui visibilità non emerge di fronte a vetture ben più vistose ed appariscenti. Eppure la Renault Zoe rappresenta una fra le novità più interessanti esposte durante il salone di Ginevra, tanto da candidarsi a vestire i panni della rivelazione. La Zoe è infatti l'unica ad affrontare il tema dell’ecologia e del basso impatto ambientale in modo radicale ed estremo. Non a caso il marchio della Losanga precisa che sarà la prima “vettura elettrica per tutti”, in virtù di un prezzo relativamente contenuto: in Italia sarà proposta a 21.650 euro, ma in Francia (grazie agli incentivi) verrà commercializzata a 15.700 euro. Quanto una segmento B tradizionale. La Zoe utilizza un motore elettrico sincrono con rotore a bobina da 65 kW e 220 Nm, alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio. L’autonomia dichiarata ammonta ad oltre 200 km, mentre quella reale non supera i 140 chilometri e fornisce comunque il margine necessario per 1 o 2 giorni.

Per la sua utilitaria a basso impatto ambientale Toyota ha invece scelto un’opzione più conservativa. La Yaris HSD dispone infatti di una piattaforma ibrida ed emette appena 79 grammi di anidride carbonica per chilometro, valore inferiore rispetto a qualsiasi veicolo con alimentazione termica attualmente in commercio. Viene spinta da un benzina 1.5, da un motore elettrico e dal pacco batterie sistemato sotto il divanetto posteriore, che non smarrisce alcuno dei 286 litri dichiarati dalla Yaris tradizionale. L’offerta di automobili ecologiche non prescinde poi dalle Fiat 500L e Volkswagen up! cinque porte, che usufruiscono di tradizionalissimi motori benzina con due e tre cilindri, frazionamento – quest’ultimo – scelto anche da Ford per la B-Max.

La maggior attenzione dei progettisti verso soluzioni “eco” traspare anche dalle nuove segmento C. Le Mercedes Classe A e Volvo V40 prevedono versioni a gasolio da 99 e 94 grammi al chilometro, mentre l’Audi A3 pesa fino ad 80 chili meno della progenitrice e rispetto a quest’ultima consuma il 12% meno. Da segnalare anche la presenza del motore 1.4 TFSI con spegnimento parziale dei cilindri. Fra i prototipi spicca il Toyota FT-Bh da 49 g/km (ma possono diminuire fino a 19 g/km) e l’interessante Tata Megapixel con piattaforma elettrica ad autonomia estesa. Anche le vetture di taglia extra large mostrano un’insospettabile vocazione ecologica, che permette loro di abbinare prestazioni comunque elevate a consumi ragionevoli.

Toyota arriva con moltissime novità al Salone di Ginevra, due concept, la Yaris HSD, tre facelift e la GT-86
Fiat 500 L - Salone di Ginevra 2012 Live
Volkswagen presenta la Up! 5 porte, la nuova Golf GTI Cabrio e la Cross Coupé Concept
Ford: la B-Max e le altre novità - Salone di Ginevra 2012 Live

Volvo V40 - Salone di Ginevra 2012 Live
Mercedes Classe A e le altre novità - Salone di Ginevra 2012 Live
Audi: la A3 e le altre novità - Salone di Ginevra 2012 Live
Toyota arriva con moltissime novità al Salone di Ginevra, due concept, la Yaris HSD, tre facelift e la GT-86

L’Italdesign Brivido abbina il V6 3.0 da 360 CV ad un modulo elettrico, per una potenza complessiva di 408 CV, mente la Pininfarina Cambiano utilizza addirittura una turbina a gasolio e ben quattro motori elettrici collocati in prossimità di ciascuna ruota. La Hyundai i-oniq ha invece dimensioni più contenute (è lunga quanto una segmento C) ma non è priva di un motore elettrico, soluzione abbracciata anche dal preparatore Brabus per la sua smart ED. Dedichiamo infine una battuta ad un’auto che “underdog” non lo sarà mai. La nuova Mitsubishi Outlander non ha certo raccolto apprezzamenti o giudizi favorevoli, ma dal prossimo anno verrà commercializzata anche nell’interessante versione ibrida con piattaforma plug-in. Queste breve analisi ci è utile per evidenziare quanto sia ampia e variegata l’offerta di automobili ecologiche e dal ridotto impatto ambientale. Chi vuole risparmiare al momento del pieno non ha che l’imbarazzo della scelta.

Giugiaro Brivido - Salone di Ginevra 2012 Live
Pininfarina Cambiano - Salone di Ginevra 2012 Live
Stand Hyundai - Salone di Ginevra 2012 Live
Mitsubishi presenta il nuovo Outlander al Salone di Ginevra 2012
Renault ZoeRenault Zoe
Toyota Yaris Hybrid
Toyota Yaris Hybrid
Fiat 500L
Fiat 500L
Volkswagen up! 5 porte
Volkswagen up! 5 porte
Ford B-MaxFord B-Max
Volvo V40
Volvo V40
Mercedes Classe A
Mercedes Classe A
Audi A3
Audi A3
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Tata Megapixel
Tata Megapixel
Foto della ItalDesign Giugiaro BrividoFoto della ItalDesign Giugiaro Brivido
Pininfarina Cambiano
Pininfarina Cambiano
Hyundai i-oniq
Hyundai i-oniq
Mitsubishi OutlanderMitsubishi Outlander

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: