Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

Sarà proposta in Italia a partire da 21.900 euro

Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

E’ molto “cattiva” e non fa nulla per nasconderlo: parliamo della nuova Opel Corsa OPC, presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2015. Insieme al nuovo colore “Azure Blue", utilizzato esclusivamente per questa versione, Corsa OPC si caratterizza per le prese d’aria incastonate nel fascione anteriore. Una piccola feritoia si trova anche nella parte anteriore del cofano ed incrementa il senso di atleticità della compatta tedesca. Lo spoiler sopra il portellone è disponibile in due versioni diverse, una più sottile di serie e una molto più evidente che aumenta la deportanza sull’asse posteriore. Il doppio scarico Remus con diffusore intorno ai terminali aggiunge un ulteriore tocco di sportività, visivo e anche acustico.

Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

Curato anche l’interno, dove spiccano i sedili sportivi Recaro, il volante in pelle con sezione inferiore appiattita, il pomello del cambio OPC, la pedaliera sportiva e la caratteristica strumentazione OPC. Il sistema di infotainment IntelliLink di Opel sarà disponibile a richiesta e porterà dentro Corsa OPC il mondo degli smartphone Apple iOS e Android. Le credenziali di sportività non si fermano però all’estetica: sotto al cofano scalpita un potente 4 cilindri 1.6 turbo da 207 CV di potenza e fino a 280 Nm di coppia motrice (245 Nm tra 1.900 e 5.800 giri; altri 35 Nm sono disponibili quando necessari grazie alla funzione overboost). I tecnici Opel affermano di aver lavorato molto per migliorare la reattività al comando dell’acceleratore ai bassi regimi. La trasmissione è invece affidata ad un cambio a sei velocità.

Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

Molto brillanti le prestazioni: la Corsa OPC è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi. La velocità massima è di 230 km/h. Il consumo medio dichiarato è pari a 7,5 litri per 100 chilometri nel ciclo misto (emissioni di CO2 di 174 g/km). Da un punto di vista telaistico la OPC vanta la tecnologia “FSD” (acronimo di Frequency Selective Damping): permette di adattare la taratura dello smorzamento in funzione della frequenza di movimento del veicolo. L’assetto della OPC, sviluppato insieme ai tecnini di Koni, è stato ribassato di 10 mm rispetto alle versioni più tranquille del modello.

Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

Anche l’elettronica di ausilio alla guida è tarabile: è infatti possibile scegliere diverse modalità di attivazione del sistema di controllo elettronico della stabilità (ESP) e del controllo della trazione (TC). In modalità “Competition”, il controllo della trazione è disattivato, mentre l’ESP lascia le briglie di Corsa OPC leggermente più sciolte. I guidatori più esperti possono anche disattivare completamente l’ESP. Taratura specifica anche per lo sterzo, collegato a ruote da 17’’ gommate con pneumatici sportivi 215/45 R17 by Michelin. L’impianto frenante OPC ottimizzato opera sull’asse anteriore con dischi da 308 millimetri.

Opel Corsa OPC al Salone di Ginevra 2015 Live

E per i clienti più sportivi c’è il pacchetto Performance che comprende il differenziale meccanico autobloccante a dischi multipli Drexler, cerchi da 18 pollici con pneumatici sportivi Michelin e un telaio dall’impostazione ancora più sportiva. Il pacchetto performance prevede inoltre i freni Brembo ad alte prestazioni con dischi anteriori da 330 millimetri.La vettura sarà proposta in Italia a partire da 21.900 euro.

  • shares
  • Mail